Zika: arrivano le zanzare transgeniche per combattere il virus

MeteoWeb

Zanzare geneticamente modificate o transgeniche saranno liberate in Brasile per aiutare a contrastare la popolazione di Aedes aegypti, gli insetti che trasmettono il virus Zika. Ad annunciare l’iniziativa sono state le autorità sanitarie brasiliane. L’Anvisa, Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria, ha detto che assicurerà a Oxitec, sussidiaria britannica della compagnia di biologia sintetica americana Intrexon, un permesso speciale per liberare le zanzare transgeniche, ribattezzate Ox513A, una volta che i test in corso presso alcune comunità daranno risultati soddisfacenti contro il virus Zika. L’Anvisa ha assicurato anche la creazione di un sistema regolatorio molto attento, in grado di valutare questo prodotto e altri simili che saranno sviluppati.

Tutto ciò richiede una tecnologia innovativa e diversa da tutti gli altri prodotti sviluppati finora“, si legge in una nota. Dal canto suo la Commissione tecnica nazionale brasiliana per la biosicurezza ha dato all’insetto Ogm la luce verde, considerandolo inoffensivo. La zanzara killer è stata creata in laboratorio: le uova di Aedes aegypti hanno ricevuto una microiniezione di Dna con due geni, uno per la produzione di una proteina che impedisce alla prole delle zanzare Ogm di raggiungere l’età adulta, e l’altro per renderle identificabili sotto una speciale luce. Alcuni maschi Ogm sono stati recentemente rilasciati in natura per un test. Ora ci si aspetta che si accoppino con delle femmine ‘normali’ (le uniche responsabili della diffusione di Dengue, Chikungunya e Zika). La speranza è che i piccoli frutto di questi accoppiamenti muoiano prima dell’età adulta, riducendo così in modo drastico la popolazione totale di questi insetti.