Accadde oggi: nel 1497 Amerigo Vespucci parte per il suo primo viaggio verso il continente americano

MeteoWeb

Il 10 maggio del 1497, il navigatore e cartografo fiorentino Amerigo Vespucci partiva alla volta del continente americano salpando dal porto di Cadice, in Andalusia. Fu la prima di una lunga serie di spedizioni, che permisero al fiorentino di capire che le terre da poco scoperte da Cristoforo Colombo non erano porzioni di territorio dell’Asia, bensì una nuova estensione territoriale fino ad allora sconosciuta. Il nome America non è altro che un omaggio degli europei alle sue importanti scoperte.

Il primo viaggio di Vespucci, effettuato in compagnia di Juan de la Cosa e sotto il comando di Juan Diaz de Solis, venne finanziato dal re Ferdinando II di Aragona, che voleva approfondire le conoscenze sulle terre appena scoperte da Colombo. Le navi attraccarono sulle coste dell’attuale Colombia, nel continente che oggi chiamiamo Sud America. La spedizione raggiunse poi la laguna di Maracaibo, che ricordò a Vespucci quella di Venezia: da lì il nome di Venezuela, altro importante paese dell’America latina.

Esiste confusione sui successivi viaggi di Vespucci (furono due o quattro?), che comunque viene ricordato per aver esplorato ampie zone dell’America del Sud, a quel tempo sconosciute in Europa.

Dal nome di Amerigo Vespucci deriva il nome geografico America.