Aereo precipitato Egyptair: “è naturale emettere fumo prima di precipitare”

MeteoWeb

Per il ministro dell’Aviazione civile egiziano Sherif Fathi è naturale per un aeromobile emettere fumo prima di schiantarsi. “E’ naturale emettere fumo prima di precipitare, ma non siamo ancora sicuri di questo e siamo in attesa dei risultati delle indagini“, ha detto Fathi. “Le forze armate non ci hanno ancora detto se ha trovato le scatole nere“, ha aggiunto il titolare del dicastero egiziano, invitando la stampa internazionale a “non infangare la reputazione delle vittime e dell’equipaggio” del volo Egyptair precipitato in meno un minuto dopo nel Mar Mediterraneo pochi chilometri dopo l’ingresso nello spazio aereo egiziano lo scorso giovedi’ 19 maggio.

Il procuratore generale egiziano Nabil Sadeq ha richiesto a Grecia e Francia di inviare della documentazione e delle registrazioni audio e video relative all’Airbus 320. Ieri il presidente della Compagnia nazionale per i servizi di navigazione aerea egiziana Ehab Azmi, aveva detto che l’Airbus 320 precipitato lo scorso 19 maggio con a bordo 66 persone “non ha deviato o perso quota” prima della sua scomparsa dai radar. Le dichiarazioni del funzionario egiziano contraddicono la versione fornita in precedenza del ministro della Difesa greco, Panos Kammenos, secondo cui l’aereo avrebbe compiuto due virate improvvise, scendendo a quota 22 mila piedi (circa 6 mila metri) prima di perdere il contatto radar.