Allerta Meteo: doppio fronte all’attacco dell’Italia, inizia un lungo periodo di forte maltempo

MeteoWeb

Allerta Meteo – Forte maltempo in arrivo sull’Italia. Rispetto ai violenti temporali dei giorni scorsi, oggi è stata una giornata relativamente calma con annuvolamenti nel pomeriggio ma poche precipitazioni, e temperature miti in tutto il Paese, con punte a ridosso dei +27°C nel cuore della pianura Padana. Attenzione, però, al forte maltempo in agguato: un’estesa e profonda perturbazione nord Atlantica sta avanzando sempre più minacciosa verso il nostro Paese, richiamando contemporaneamente nubi pre-frontali in risalita dal nord Africa. Un “doppio attacco” frontale che determinerà un brusco peggioramento delle condizioni meteorologiche in tutte le Regioni Italiane nella giornata di domani, giovedì 19 maggio 2016.

temporaleQuesto brusco peggioramento provocherà fenomeni meteo estremi in molte Regioni. Domani avremo gli eventi più intensi al Centro/Nord, ma attenzione alle piogge localmente forti tra Sicilia e Calabria al Sud. I temporali più intensi si accaniranno su Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Marche e Umbria, dove si potranno verificare nubifragi con intense grandinate. Dopodomani, venerdì 20 maggio, il maltempo più severo si sposterà sulle Regioni Adriatiche e al Sud. Particolarmente colpite Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata.

temporaleI fenomeni più estremi in questa seconda fase colpiranno la Puglia centro/meridionale e il Salento, dove sono previste piogge alluvionali. Attenzione, soprattutto nella giornata di venerdì, ai forti venti che soffieranno impetuosi su tutto il centro/sud determinando mareggiate sulle coste esposte e numerose trombe d’aria e trombe marine, in modo particolare nelle zone costiere.

Rta850m2Le temperature diminuiranno ulteriormente in tutt’Italia, specie in concomitanza con i fenomeni di maltempo: la neve cadrà copiosa sui rilievi, oltre i 1.500 metri di altitudine sia sulle Alpi che sugli Appennini, imbiancando le vette e regalando scenari particolarmente insoliti nel cuore della primavera.

milanoLe condizioni meteorologiche miglioreranno un po’ ovunque nella giornata di sabato 21, seppur con gli ultimi fenomeni residui al Sud specie in mattinata. Domenica schiarite e annuvolamenti, poi tra lunedì 23 e martedì 24 un’altra goccia fredda molto simile a quella precedente attraverserà l’Italia da Nord/Ovest verso Sud/Est alimentando ulteriori fenomeni di maltempo (e un nuovo calo termico diffuso).

lecceGli ultimi aggiornamenti, infine, hanno di gran lunga ridimensionato l’ondata calda di fine mese: dopo il 25 maggio le temperature torneranno ad aumentare risalendo oltre le medie del periodo dopo un lungo periodo fresco e instabile, ma non ci sarà il caldo africano che i modelli lasciavano ipotizzare fino a qualche ora fa. Per monitorare la situazione in tempo reale ecco le pagine relative al nowcasting: