Ambiente: arriva il “bonus acqua” per le famiglie italiane più disagiate

MeteoWeb

Il governo ha deciso di garantire alle famiglie più disagiate un “bonus acqua“. Il bonus è stato inserito in un decreto del Collegato ambientale sulla tariffa sociale. A dichiararlo, è stato il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti durante un convegno che si è svolto a Roma sulla gestione delle risorse idriche.  “Il decreto definisce il quantitativo minimo vitale necessario al soddisfacimento dei bisogni essenziali in 50 litri per abitante al giorno – spiegato Galletti -: un valore di 10 litri superiore a quello ottimale per garantire una vita umana dignitosa, indicato dall’OMS“.

Spetta all’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas e il sistema idrico (AEEGSI), ha continuato il ministro, “prevedere per gli utenti domestici o i nuclei familiari, di cui sono accertate le condizioni di disagio economico sociale, un bonus acqua corrispondente a questo minimo minimo vitale“. La condizione di bisogno sara’ accertata sulla base dell’Isee. Inoltre, ha proseguito Galletti, il Ministero ha stabilito con un decreto apposito che non si puo’ sospendere l’erogazione per morosita’ “alle utenze domestiche in documentato stato di disagio economico sociale e quelle relative alle attivita’ di servizio pubblico essenziale“. “Il Ministro ha compiuto una scelta chiara – ha concluso Galletti -: alle categorie disagiate alle quali si riconosce il bonus acqua, l’acqua non puo’ essere staccata“.