Ambiente: le nuove tecnologie utile allo sviluppo delle politiche ambientali

MeteoWeb

Sviluppare una chiara visione strategica delle politiche ambientali, anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie e dei processi di innovazione sull’uso efficiente delle risorse, per cogliere appieno le opportunità dello sviluppo sostenibile”. Sono questi, secondo il sottosegretario all’ambiente Silvia Velo, i principi che hanno ispirato le politiche ambientali del governo negli ultimi anni e che sono stati illustrati questa mattina nel corso del seminario organizzato dal Partito Democratico ”Dalle buone leggi alle buone politiche: quali impatti nell’applicazione delle nuove misure ambientali”.

Secondo la Velo, “occorre un nuovo modello di sviluppo che sappia coniugare la protezione delle risorse naturali con le aspettative di crescita dell’economia e del benessere sociale e che, attraverso la green economy, sia in grado di creare nuovi posti di lavoro.Quanto alle misure messe in campo dal Governo che vanno in questa direzione, Velo cita “il Collegato Ambientale, un pacchetto di norme che favoriscono la crescita della Green Economy e che puntano a superare il tradizionale concetto di economia lineare in favore dell’economia circolare“. “Un vera e propria rivoluzione, non solo ambientale, ma anche culturale, che pone al centro la sostenibilità del sistema in cui non ci sono prodotti di scarto e le materie vengono riutilizzate” aggiunge Velo.

In questo modo, conclude il sottosegretario, “riusciamo ad adottare le migliori soluzioni per la tutela dell’ambiente e, allo stesso tempo diamo un impulso al sistema imprenditoriale sollecitandolo a investire per innovare prodotti e processi nella direzione dello sviluppo sostenibile”.