Attacchi di panico: ecco le cause e come intervenire con rimedi naturali

MeteoWeb

Gli attacchi di panico sono disturbi causati da molteplici fattori come forte paura, ansia e via dicendo, almeno una volta nella vita quasi tutti abbiamo ne sofferto. Si può trattare di un episodio sporadico nella nostra vita o invece capitare in maniera ricorrente soprattutto in periodi in cui siamo particolarmente sotto stress, stiamo reprimendo le nostre emozioni più profonde o semplicemente ci sentiamo più deboli e insicuri. Spesso capita all’improvviso e qualcuno, non avendone mai sofferto, non capisce cosa stia succedendo, i sintomi sono svariati: accelerazione del battito cardiaco, aumento della sudorazione, respiro corto, brividi, sembra di impazzire e di morire da un momento all’altro.

ATTACCHI PANICO 3Una delle cause fisiologiche dell’attacco di panico è l’ipoglicemia ovvero un calo del livello di zuccheri del sangue che per una serie di reazioni biochimiche fa scattare come campanello d’allarme la sintomatologia dell’attacco. Le terapie, le cure a questo disturbo possono essere di tipo farmacologico, cognitivo comportamentali, oppure yoga e tecniche di respirazione sarebbero essenziali. Ma anche l’alimentazione gioca un ruolo importante nella cura, o quantomeno nell’alleviare gli attacchi di panico.

Non tutti sanno che a volte gli attacchi di panico possono essere generati da una carenza di magnesio, minerale fondamentale per il buon equilibrio del sistema nervoso. Spesso, soprattutto se non seguiamo una dieta bilanciata e sana, non riusciamo con il cibo ad ottenere tutto quanto il magnesio di cui avremmo bisogno soprattutto se stiamo vivendo un periodo di forte ansia e stress. Ecco allora che potrebbe essere utile prendere un integratore di magnesio per far fronte a questa situazione ed evitare l’insorgenza degli attacchi di panico.

MIELE 1Andrebbero evitati gli zuccheri, da preferire quello di canna o il miele. Da ridurre carne rossa, carne di maiale e più in generale gli insaccati. Andranno eliminati invece tutti i cibi stimolanti del sistema nervoso come caffè, tè e cioccolato. Privilegiare cereali integrali, legumi, proteine del pesce, frutta e verdura di stagione. I rimedi fitoterapici per la cura degli attacchi di panico corrispondono a erbe e piante officinali capaci di rilassare il sistema nervoso e calmare gli stati ansiosi, associati a questo disturbo.

Fiori di BachTra i più rinomati rimedi fitoterapici ci sono i fiori di Bach, tante persone trovano giovamento perché sono specifici per episodi di ansia e attacchi di panico. In pole position c’è il Rescue Remedy, una miscela di diversi fiori, da usare per i casi di emergenza, tra cui quelli in cui si perde improvvisamente il controllo di se stessi. Altri fiori di Bach che si possono prendere in considerazione in questi casi sono Rock Rose, adatto per le situazioni in cui il terrore prende il sopravvento, Aspen, per chi ha “paura di avere paura” e in generale per tutti i casi in cui si teme qualcosa di indefinito o Cherry Plum se c’è paura di perdere la ragione e il controllo di se stessi. 3/4 gocce del preparato sotto la lingua è la dose consigliata che si può prendere più volte al giorno.

VALERIANA 1Anche passiflora, valeriana e avena possono ritenersi utili per alleviare l’ansia e per il trattamento dei disturbi al sistema nervoso. L’avena è uno dei migliori per ridurre ansia e stress, oltre ad essere assunta come vero e proprio alimento, può essere utilizzata come tintura madre per l’azione sedativa sul sistema nervoso centrale, nei disturbi psicofisici, negli stati ansiosi e per curare l’insonnia. Tra i gemmoderivati ricordiamo quello dell’Acero, usato per trattare nevrosi d’angoscia con attacchi di panico e fobie.