Cambiamenti climatici: nel 2060 oltre un miliardo di persone a rischio inondazioni

MeteoWeb

Nel 2060 oltre un miliardo di persone nel mondo vivrà in città a rischio di inondazioni catastrofiche. A lanciare l’allarme è una ong britannica, Christian Aid, che ha pubblicato uno studio sulle conseguenze dei cambiamenti climatici: Stati uniti, Cina e India sono i Paesi più a rischio del pianeta. Le otto metropoli più vulnerabili si trovano tutte in India, con in testa Calcutta e Mumbai, la nona è Miami, in Florida. L’autore dello studio, Alison Doig, ha dichiarata alla Bbc che le popolazioni maggiormente a rischio sono quelle che abitano nelle megalopoli costiere: “Ritengo che città come Calcutta, Dakar, tutte le megalopoli del sud e delle economie emergenti sono quelle in cui gli abitanti sono più vulnerabili, con una massima esposizione all’innalzamento del livello del mare ed eventi meteorologici estremi“. Nel rapporto i governi sono invitati ad agire concretamente per ridurre il riscaldamento globale e ad investire nei programmi di prevenzione e di riduzione di rischi per le catastrofi climatiche.