Cellulite: ecco l’auto-massaggio per combatterla

MeteoWeb

Cellulite e ritenzione idrica sono nemici giurati di (quasi) tutte le donne: se è vero che “mal comune, mezzo gaudio”, allora chi soffre di cellulite si senta anche in buona compagnia. È infatti la maggior parte delle donne ad essere vittima di questa malattia (perché di malattia si tratta), spesso causa di gravi disagi soprattutto durante il periodo estivo, quando la stagione richiede di mostrare quelle parti del corpo che comunemente ne sono più colpite: cosce e glutei. Si tratta infatti delle zone generalmente più soggette alla buccia d’arancia, fastidiosamente interessate da un inestetismo particolarmente difficile da combattere.

Tra i numerosi rimedi che ogni giorno ci vengono proposti da spot e cartelloni pubblicitari, non tutti sono davvero efficaci e, nei casi più gravi, ad alcuni viene in mente ricorrere alla chirurgia come unico possibile rimedio per eliminare gli accumuli di grasso e liberarsi così anche della cellulite. Tuttavia, non bisogna disperare: tra i tanti rimedi non proprio risolutivi, ce ne sono alcuni invece efficacissimi. Ad esempio, pare che i massaggi siano il modo migliore per riattivare la circolazione e, con costanza, riportare la pelle alla sua naturale condizione di tonicità. Se, da un lato, quelli praticati dai professionisti sono più efficaci (e costosi), è anche vero che sono tantissimi i metodi attraverso cui praticare i cosiddetti “auto-massaggi”, ovvero tecniche fai-da-te che ci permettono di dare una scossa alla circolazione e “guarire” dalla cellulite.

CELLULITE CAFFE'Oggi, parliamo di un auto-massaggio semplicissimo da praticare, da effettuare congiuntamente all’applicazione di una crema fatta in casa. Per prepararla, utilizzate un cucchiaio di fondi di caffè (utilissimi da riciclare, come abbiamo spiegato qui), insieme a due cucchiai di olio d’oliva, il succo di mezzo limone e, se lo avete in casa, un cucchiaio di olio di mandorle. Mescolate insieme tutti gli ingredienti ed aggiungetevi anche un po’ del bagnoschiuma che utilizzate di solito.

CELLULITEPassiamo ora all’auto-massaggio: per iniziare, fate una doccia, in modo tale che le zone da trattare siano pulite e libere da impurità. A questo punto, prendete una manciata generosa del composto che abbiamo preparato in precedenza ed iniziate ad applicarlo lentamente dal basso verso l’alto, a partire dai polpacci e con particolare insistenza dal ginocchio in su, ovvero sulle zone più critiche. I movimenti di applicazione devono essere lunghi e lenti, possibilmente circolari: aiutatevi con l’uso di nocche e polpastrelli, ideali per praticare una pressione più decisa e quindi maggiormente utile a riattivare la circolazione. Alternate le pressioni a dei piccoli pizzicotti, prendendo cioè la pelle tra l’indice e il pollice, senza ovviamente farvi male.

Si tratta di un’operazione molto semplice ma che, se effettuata con costanza, può notevolmente ridurre gli inestetismi causati dalla cellulite, nonché prevenirne l’insorgenza. La chiave sta nella costanza: l’auto-massaggio va effettuato ogni giorno mattina e sera, ovviamente accompagnato da un’alimentazione corretta e da una moderata attività fisica.