Dieta alcalina: come funziona, cosa mangiare e perché è così famosa

MeteoWeb

La nostra alimentazione è ormai scandita da ogni tipo di dieta: ci sono quelle iperproteiche, quelle che eliminano completamente i carboidrati, quelle vegetariane, quelle a base di frutta e perfino quelle a base di alimenti rigorosamente crudi. Oggi però parliamo della dieta alcalina, il regime alimentare ideato da Robert Young che, negli ultimi anni, ha riscosso un notevole successo anche tra le celebrità. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta: il principio alla base di questa di questa dieta è quello secondo cui il PH del nostro sangue è determinato dal bilanciamento tra acidi e basi. Quando la concentrazione di acidi diventa eccessiva, avremo la forte possibilità di contrarre patologie come acidosi lattica, chetosi e, soprattutto, cancro. Secondo Young, il livello di acidi nel sangue può essere influenzato dall’alimentazione, che dovrebbe essere basata sull’eliminazione dei cibi acidi: questo il concetto di base intorno a cui ruota il modello alimentare proposto dallo statunitense, modello che però non sembrerebbe avere alcuna dimostrazione scientifica.

Dietologi e scienziati, infatti, sostengono che questa presunta alcalinità dei tessuti sarebbe impossibile da influenzare con l’alimentazione. Ma Young si è spinto oltre: seguendo una lista di alimenti “alcalinizzati” che sarebbe possibile mangiare in quantità illimitata, la dieta alcalina permetterebbe di perdere fino a 1 kg in tre giorni, mantenendo alti i livelli di energia. Gli alimenti concessi nella dieta alcalina sono, in particolare, verdure e cereali. Tuttavia, non si tratta, come in molti sostengono, di una dieta vegana: è possibile infatti mangiare diversi tipi di pesce. Gli alimenti da evitare assolutamente, in quanto responsabili di lasciare acidi, sono: latte e formaggi, carne, uova, caffè, pomodoro e zucchero raffinato.

frutta_cereali_legumi-1200x661Gli alimenti permessi, al contrario, sono: verdure, preferibilmente crude, frutta, pesci come spigola, trota, salmone e tonno, cereali e legumi. Nonostante si tratti di una dieta che garantisce un elevato apporto di fibre, vitamine e sali minerali, si tratta comunque di uno stile alimentare abbastanza lontano dalle nostre abitudini. Inoltre, lo stesso Young spesso si è lasciato andare ad affermazioni decisamente troppo rischiose: sostiene infatti che la dieta alcalina permetta di perdere fino a 400 grammi al giorno e che riesca addirittura a curare la causa del cancro, che dipende proprio dal livello troppo alto di acidi nel sangue.

Si tratta di convinzioni mai confermate da alcuna ricerca scientifica. Lo stesso Young è finito in galera nel 2014 per truffa, esercizio abusivo della professione medica e altri 16 capi di imputazione. Nonostante ciò, pare che la dieta alcalina sia comunque parecchio in voga, tanto da poter contare, tra i suoi sostenitori, star del calibro di Kirsten Dunst, Uma Thurman, Victoria Beckham e Jennifer Aniston.