Entra in vigore la direttiva sul tabacco, ecco cosa cambia: addio aromatizzate e pacchetti da 10

MeteoWeb

A due anni dall’approvazione entra in vigore in tutta Europa la direttiva sui prodotti del tabacco: sono scaduti i termini concessi agli Stati membri per trasporre la direttiva UE nel diritto nazionale. Solo cinque Paesi hanno implementato la direttiva (Germania, Italia, Malta, Portogallo e Slovenia), mentre altri quattro hanno provveduto solo parzialmente (Belgio, Estonia, Lituania e Regno Unito). “Celebriamo due tappe importanti nella lotta contro il tabagismo: la recente decisione della Corte di giustizia Ue, che ha confermato che la salute pubblica nell’Unione va oltre il mero profitto economico; e l’entrata in vigore della direttiva tabacco” ha spiegato il commissario Ue alla Salute, Vytenis Andriukaitis. “Il tabacco e’ la causa del maggior numero di decessi prematuri nell’Unione europea. 700 mila persone muoiono ogni anno per questo motivo. E’ come se ogni anno una popolazione piu’ numerosa di quella maltese sparisse dall’Ue“. “Il fumo costa all’Ue 544 miliardi di euro l’anno una riduzione del consumo di tabacco del 2% si tradurrebbe in un risparmio annuale per il sistema sanitario Ue di circa 506 milioni di euro“.

Entra in vigore la direttiva sul tabacco, ecco cosa cambia

ICTUS FUMOIeri è entrata in vigore la direttiva europea sui prodotti del tabacco. L’Italia ha recepito entro i tempi stabiliti la nuova normativa. Ecco cosa cambia:

LE SIGARETTE ELETTRONICHE – La direttiva stabilisce un tenore massimo di concentrazione di nicotina, il volume massimo di cartucce, serbatoi e contenitori di liquidi. Obbligatorio l’inserimento di avvertimenti sanitari sulle confezioni. Non saranno ammessi elementi promozionali
LE CONFEZIONI –
 Sul 65% della parte anteriore e posteriore dei pacchetti di sigarette devono essere presenti immagini e scritte con avvertimenti sulla pericolosità del fumo. Sul 50% dei lati vi saranno scritte come “il fumo uccide”, che sostituiranno le attuali relative a catrame, nicotina e monossido di carbonio.
I PACCHETTI – Vietate le confezioni accattivanti. Ogni pacchetto deve essere di forma parallelepipeda e contenere un minimo di 20 sigarette. Addio alle confezioni da 10.
GLI AROMATIZZANTI – Prevista una graduale scomparsa dal mercato (dopo un periodo di transizione di 4 anni) di sigarette e tabacco aromatizzati.