Festa della Mamma: due italiani su tre regalano fiori

MeteoWeb

Quasi due italiani su tre (67 per cento) non rinunciano a offrire un mazzo di fiori o una pianta alla mamma in occasione della tradizionale ricorrenza della seconda domenica di maggio. E’ quanto emerge da un sondaggio effettuato sul sito della Coldiretti, che per l’occasione ha messo a disposizione un “tutor dell’orto in corso Buenos Aires a Milano per la prima isola del gusto del dopo Expo per offrire consulenza e tutoraggio per la scelta e la cura dell’omaggio piu’ giusto e ma anche per la coltivazione “fai da te”. Scopo dell’iniziativa – sottolinea la Coldiretti – e’ anche quello di avvicinare le nuove generazioni alla natura in tutte le sue espressioni dalle piante ai fiori che aiutano ad accrescere la sensibilita’. La preferenza accordata ai fiori riguarda in realta’ tutte le eta’ e ben poco spazio resta per gli altri tipi di regalo come cioccolatini (5 per cento), vestiti (4), gioielli o oggetti di bigiotteria (3 per cento).

festa della mamma24Sempre rilevante e’ la percentuale di quanti (21 per cento) non regaleranno niente, preferendo ignorare l’evento forse bollandolo di consumismo. Tra i regali floreali prevalgono rose, bouquet vari e lilium, e tra le piante begonie, gerani e azalee che – sottolinea la Coldiretti – sono anche offerte per finanziare la ricerca nelle piazze italiane dai volontari dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (Airc). Per fare durare piu’ a lungo il pensiero, la Coldiretti consiglia la scelta di fiori in ottimo stato, con attenzione che non abbiano ammaccature e foglie di colore scuro e che lo stelo sia abbastanza robusto. Una volta in casa, accorciare il gambo tagliando i 3- 4 cm finali dello stelo, non con le forbici che schiaccerebbero i canali di transito dell’acqua all’interno del fiore, ma con un coltello affilato e con un taglio netto e obliquo. I fiori vanno quindi immersi in acqua fresca e pulita, avendo avvertenza di sciogliervi un’aspirina o 3-4 gocce di candeggina per litro d’acqua al fine di impedire la formazione di batteri che ostruirebbero i canali per portare l’acqua al fiore. L’acqua va cambiata una volta al giorno. Occorre, inoltre, evitare l’esposizione a luce diretta, le correnti d’aria sia calda sia fredda e le fonti di calore. Tra gli altri suggerimenti, la Coldiretti consiglia di allontanare i fiori dalla frutta che ne accelera la maturazione e ne accorcia la vita, in vaso mettere i narcisi da soli poiche’ producono una mucillagine che non permette agli altri fiori l’assorbimento dell’acqua e per nutrirli sciogliere nell’acqua una zolletta di zucchero.