Festa della Mamma, tra storia e modernità: quanto è difficile essere madre?

MeteoWeb

La Festa della mamma è quel giorno dell’anno in cui la figura della madre viene universalmente celebrata: nonostante, in epoca contemporanea, questa festività affondi le sue radici tra la fine dell’800 e i primi decenni del ‘900, già le società politeiste avevano istituito una giornata simile alla nostra. Addirittura, furono gli antichi greci a dedicare una giornata alla loro genitrice, quella che corrispondeva alle celebrazioni in onore di Rea, la madre di tutti gli Dei. Oggi, la Festa della mamma è una festa laica particolarmente sentita dalla popolazione mondiale, anche grazie al giro di affari che vi ruota intorno. Regali, bigliettini e pensierini da parte dei più piccoli sono alcune delle coccole da cui le madri vengono circondate durante la seconda domenica di maggio. Ma durante gli altri giorni, siamo sicuri di dedicare abbastanza attenzioni alle nostre mamme e, più in generale, al ruolo che queste donne ricoprono all’interno della società?

In realtà, pare proprio che la risposta sia negativa. A dimostrarlo il fatto che, ancora oggi, sono le donne a doversi fare carico della cura dei figli e della famiglia, spesso rinunciando alle loro aspirazioni. E ancora, gli interventi legislativi volti alla creazione di servizi pubblici e privati a sostegno della famiglia non sembrano essere sufficienti ad adeguare naturalmente la società al ruolo di madre. La maternità sembra ancora una condizione anomala, difficile da collocare, un ostacolo per la vita professionale. Se poniamo poi la lente d’ingrandimento sul nostro Paese, la situazione appare ancor più complessa: pare infatti che le donne italiane debbano faticare molto di più delle loro pari europee e statunitensi, dato che molto più spesso si occupano da sole della vita domestica.

Le regioni del Sud sembrano inoltre maggiormente penalizzate: è quello che mette in luce un rapporto recentemente reso noto da Save the Children, che ha dichiarato la Calabria la regione in cui è più difficile svolgere il ruolo di madre rispetto a tutto il resto d’Italia. Sarebbe positivo se, al di là della funzione simbolica e consumistica che svolge, la Festa della mamma iniziasse a svolgere anche un ruolo di denuncia di questa situazione: perché, se è vero che il ruolo domestico della mamma non potrà mai essere sostituito da nessun altro, non è altrettanto giusto che essere madri significhi rinunciare alla propria carriera e alle proprie aspirazioni.

Festa della Mamma: le frasi più belle da inviare per gli auguri su Whatsapp e Facebook