Firenze: la voragine è profonda 3 metri e mezzo, auto inghiottite [FOTO]

MeteoWeb

La profondità della voragine apertasi stamani in Lungarno Torrigiani a Firenze è di circa tre metri e mezzo. L’acqua e la terra smottata ricoprono quasi per intero alcune della auto che sono state inghiottite nel ‘buco’. “Fa impressione vedere questa Voragine a 200 metri da Ponte Vecchio. Io quando sono arrivato questa mattina ho avuto un colpo al cuore“: queste le parole del sindaco di Firenze a Skytg24. “Posso dire però che non c’è pericolo per le persone e il centro storico di Firenze è assolutamente in sicurezza“.

Duecento metri di nastro d’asfalto completamente divelto. A provocare il cedimento, la rottura di una grossa conduttura dell’acqua, lungo la dorsale della riva sinistra dell’acquedotto. I primi febbrili interventi sono stati eseguiti con le idrovore per svuotare la voragine dall’acqua, poi la decisione di far evacuare a scopo precauzionale due palazzi. Vigili del fuoco, tecnici di Publiacqua e protezione civile sono al lavoro per valutare i danni e per evitare ulteriori crolli. Per fare fronte alle prime emergenze di approvvigionamento idrico Publiacqua comunica che in queste ore sono in corso manovre sull’impianto dell’Anconella che limiteranno l’approvvigionamento idrico in alcune zone della riva sinistra d’Arno. Per limitare al massimo i disagi tre autobotti sono posizionate al Ponte alle Grazie (angolo Lungarno Torrigiani) e all’angolo tra via dei Bardi e Costa de’ Magnoli. Sul Lungarno Torrigiani è prevista a breve un’interruzione in via precauzionale dell’erogazione del gas. E’ inoltre riunita l’unità di crisi a Palazzo Vecchio per fare il punto della situazione. Il Comune ha attivato anche il servizio alert system.