Germogli: portiamo a tavola importanti proprietà nutrizionali

MeteoWeb

Portare a tavola i germogli non è più una novità, c’è chi li compra al supermercato o nei negozi specializzati e chi se li produce da sé a casa. Aggiungerli alle zuppe e ai minestroni dona al piatto non solo un aspetto da grande chef, ma anche interessanti proprietà nutrizionali. Con il termine germoglio si intende il riferimento a semi germogliati di cereali, legumi e altre specie vegetali di cui si utilizza tutto: chicco e germoglio, se consumati crudi donano molteplici proprietà nutritive. Sin dall’antichità molti popoli utilizzavano i grani germogliati come cibo rigeneratore e terapeutico e ne hanno tramandato l’uso.

I germogli sono un esempio di come la natura sia capace di produrre energia a basso costo, cibi freschi ricchi di principi attivi come vitamine, enzimi e di oligominerali, di facile digestione. I germogli vanno mangiati crudi se si vuole mantenere inalterate le proprietà nutrizionali presenti, ma ad esempio i germogli di cereali e legumi sono immangiabili allo stato crudo e indigesti.

Come-conservare-i-germogli_su_vertical_dynFarli a casa propria è facilissimo, basterà avere un barattolo di vetro a bocca larga, un coperchio fornito di retina in modo da far circolare l’aria all’interno del barattolo, un colino e della carta assorbente. Come procederemo: Il primo giorno riempiremo il barattolo in modo da coprire i semi ad un’altezza di 5 cm, lasciate a bagno per 8-10 ore coperto da un tovagliolo umido. Il secondo giorno scoleremo tutta l’acqua dal barattolo, riempite e scolate, ripetere l’operazione più volte in modo da pulire bene i semi ormai pronti a germogliare. Il terzo giorno continuate a lavarli più volte, senza mai lasciarli in ammollo, alla fine i nostri germogli saranno pronti da mangiare quando avranno raggiunto un’altezza di 3-4 cm. Conservateli in frigo, ma prima di usarli  esponeteli alla luce per far si che si incrementino le vitamine e i nutrienti benefici.

Frgermogli-semi-linoa i nutrienti più importanti troviamo la vitamina C. I germogli di soia, ma anche quelli dei fagioli mug, ad esempio ne contengono 13 mg in 100 gr di prodotto. Questa vitamina, un volta ingerita apporta all’organismo benefici come la produzione di collagene, utile per il benessere della pelle e fornisce un potere antiossidante che protegge il sistema immunitario. Inoltre i germogli, sono ricchi di folati, elementi facenti parte della vitamina B9, importanti per il sistema nervoso nei primi mesi di gestazione. Accanto ai folati troviamo anche altre vitamine del gruppo B, importanti per il buon funzionamento del metabolismo.

I germogli danno anche una piccola fonte di fibre che aiutano a raggiungere circa 30 mg della dose giornaliera consigliata dagli esperti. Dal punto di vista nutrizionale invece, i germogli sono una fonte calorica variabile a seconda del seme da cui hanno origine, è bene non assumere quantità eccessive di germogli per non sbilanciare l’equilibrio energetico della vostra giornata.

GERMOGLII germoglio di avena aiutano chi ha la digestione difficoltosa e disturbi polmonari. Depurano e rinforzano l’organismo e contribuiscono al suo miglioramento generale agendo non solo come cibo, ma anche come medicina. I germogli di fagioli sono molto nutrienti e ricchissimi di proteine forniscono energia e esercitano un azione benefica sul fegato eliminando a poco a poco gli intasamenti di bilirubina. Rafforzano lo stomaco, aumentano la potenza, dissolvono i calcoli e sono anche loro ottimi per i polmoni. I germogli di ceci normalizzano la funzione del tratto digestivo, migliorano la carnagione, migliorano la composizione del sangue, decongestionano fegato e reni e sono un valido alleato contro i tumori solidi.

germogli di soiaI germogli di grano invece sono ricchi di proteine, ossigeno, minerali, vitamine, enzimi e antiossidanti, inoltre sono altamente digeribili. Se usati sistematicamente i germogli di grano depurano, alcalinizzano e ringiovaniscono l’organismo. Anche i germogli di lenticchie sono un’ottima fonte di proteine, ricche di micro e macro-elementi offrono benessere al nostro organismo. Ben noto l’effetto dei germogli di soia nel controllo dei livelli sierici del colesterolo e dei trigliceridi con conseguente azione protettiva sulla salute del cuore, del circolo e del fegato. Sono inoltre efficaci nel combattere la fragilità delle unghie e dei capelli grazie al loro contenuto in aminoacidi e minerali.