India, alpinismo: scalatore muore sull’Everest, è il 3° nel 2016

MeteoWeb

Ieri sera è morto uno scalatore indiano dopo essersi sentito male: una squadra di soccorsi stava cercando di trasportarlo da una zona vicino alla vetta dell’Everest verso il campo base IV. Lo scrive oggi il quotidiano The Himalayan Times. Si tratta della terza vittima in pochi giorni sulla montagna più alta del mondo, dopo l’olandese Eric Arnold e l’australiana Maria Elizabeth Strydom. Wangchu Sherpa, direttore esecutivo dell’agenzia Trekking Camp Nepal, ha indicato che la vittima si chiamava Subash Pal, aggiungendo che un altro indiano, ammalatosi durante l’ascensione, è stato fatto scendere al Campo II. A quanto pare grazie alle condizioni meteo buono dei giorni scorsi, circa 400 alpinisti hanno raggiunto la vetta della montagna (8.848 metri). Una trentina di questi sono in cura presso le unità mediche nei quattro campi base dell’Everest per congelamenti, cecità da neve e malesseri vari.