Le 10 abitudini a cui tutti dovremmo rinunciare sotto la doccia

MeteoWeb

Pensate che fare una doccia a fine giornata sia la cosa più semplice e rilassante per eliminare lo stress accumulato? Certamente si, ma bisogna farlo nel modo giusto. O meglio, bisogna evitare di incappare in alcune abitudini assolutamente malsane, eppure diffusissime. Probabilmente, la maggior parte di noi pensa di non dover imparare nulla sul come farsi una semplicissima doccia, ma non è dello stesso parere la dermatologa Patricia Farris, che ha dichiarato all”Huffington Post: “Invecchiando la pelle diventa più secca e quindi è necessario cambiare alcune abitudini sotto la doccia“. Ecco quindi le 10 abitudini a cui rinunciare assolutamente prima, durante e dopo la nostra adorata doccia, probabilmente molto care alla maggior parte di noi:

  1. Non strofinare i piedi: mentre siamo sotto la doccia, dobbiamo sempre ricordare di strofinare bene i piedi a terra. Si tratta di un metodo sicuro per evitare funghi e batteri.
  2. Appendere la spugna nella doccia: una volta chiuso il getto d’acqua, vi limitate semplicemente ad appendere la spugna bagnata per lasciarla asciugare? Non fatelo! È infatti un oggetto ricco di cellule morte della pelle che, in un ambiente umido come quello in cui siamo soliti lasciarlo, comporta la nascita di batteri. La spugna va quindi sempre asciugata prima di riporla
  3. Asciugarsi con veemenza: sono in molti a sottovalutare questo gesto importantissimo, ma la fese di asciugatura del corpo ha un impatto importante sulla salute della nostra pelle. Bisogna evitare di strofinarsi con forza o di asciugarsi all’aria. L’ideale è utilizzare un panno e tamponare la pelle delicatamente, in modo da evitare screpolature e pelle secca.
  4. Lavare i capelli ogni giorno: lavare i capelli tutti i giorni è un’abitudine poco sana per i nostri capelli. Sono sufficienti due volte a settimana per chi ha capelli lisci e sottili, e soltanto una per chi ha capelli ricci e più difficili da domare.
  5. doccia 3Crema idratante: non bisogna a spettare di asciugarci completamente per mettere la crema idratante. Si tratta di un procedimento che necessita della pelle umida, non completamente asciutta.
  6. Ritardare la doccia dopo l’allenamento: direttamente in palestra o appena tornati a casa, è importante che la doccia sia la prima cosa che facciamo dopo l’allenamento. La sudorazione favorisce infatti la proliferazione dei batteri.
  7. Docce troppo lunghe: se fate parte di quella fetta di popolazione che passa ore intere sotto il getto di acqua bollente, vi conviene cambiare abitudini. La durata ideale della doccia va dai 5 ai 10 minuti, il tempo ideale per evitare che la pelle si secchi troppo.
  8. Mettere il balsamo sul capo: il balsamo è un prodotto da utilizzare esclusivamente sulla lunghezza dei capelli, non sulla cute. L’effetto sarà infatti la formazione di grasso e un’eccessiva produzione sebacea.
  9. Utilizzare solo acqua bollente: un’abitudine che tutti dovremmo acquisire sotto la doccia, è quella di concluderla con un getto di acqua ben fredda di circa 30 secondi. I benefici che si ottengono da questa operazione sono molteplici: migliore tolleranza allo stress, rafforzamento del sistema immunitario e migliore capacità di bruciare i grassi.
  10. Avvolgere i capelli nell’asciugamano: è un must, soprattutto per coloro che vantano una lunga chioma. Tuttavia, si tratta di una pratica che, alla lunga, stressa e danneggia i capelli. L’ideale sarebbe limitarsi a tamponarli, per eliminare l’eccesso di umidità.