Lombalgia: sintomi e rimedi contro questo particolare mal di schiena

MeteoWeb

Per lombalgia si intende un particolare tipo di mal di schiena che si concentra nella zona della colonna vertebrale lombare e sacrale, una zona che va da sotto le costole a sopra il bacino. Si tratta di un disturbo abbastanza comune, tanto che capita quasi a tutti di soffrirne almeno una volta nella vita, ma che può manifestarsi in maniera così intensa da rendere difficoltoso compiere le normali attività quotidiane. Le cause possono essere le più disparate: invecchiamento, artrite, ernia del disco, sforzi eccessivi e fratture da compressione sono soltanto alcune delle possibili ragioni dell’insorgenza della lombalgia, che può essere comunque accuratamente prevenuta.

MAL DI SCHIENACerchiamo di capire come si manifesta questo disturbo. In questo senso, non esiste una manifestazione univoca del dolore, dato che la sua intensità può essere fortemente determinata dalla causa che lo scatena, ma tendenzialmente i sintomi della lombalgia sono dolori, sordi o acuti, che si irradiano in tutta la zona lombare e che possono estendersi anche agli arti inferiori, provocando formicolio e intorpidimento delle gambe. Anche il colpo della strega è un sintomo piuttosto comune della lombalgia acuta, che si manifesta con un dolore intenso a livello lombare,nella maggior parte dei casi provocato da uno sforzo eccessivo. Generalmente, il dolore lombare non dura più di qualche settimana, ma la durata del disturbo può dipendere da alcune condizioni psicologiche del paziente, ad esempio tende a durare di più in periodi forte stress emotivo.

Fortunatamente, esistono terapie farmaceutiche abbastanza efficaci contro questo intenso mal di schiena: generalmente, il medico tende a prescrivere degli antinfiammatori non steroidei, ma in situazioni più gravi anche i rilassanti muscolari possono aiutare. Anche la leggera attività fisica può rivelarsi particolarmente utile nel trattamento della lombalgia: camminare è l’esercizio migliore per la parte bassa della schiena, quella appunto interessata da questo disturbo; attività che migliora, tra l’altro la circolazione sanguigna e la condizione dei muscoli.

Nei casi più complessi, un aiuto di grande importanza potrebbe venire dalla fisioterapia, accompagnata talvolta da apposite tecniche di manipolazioni utili per alleviare il dolore e dalla sempre più diffusa elettrostimolazione. Tra i rimedi naturali, l’artiglio del diavolo costituisce un ottimo analgesico.

È importante specificare che chi ha sofferto di lombalgia in passato è più interessato ad una possibile ricomparsa della patologia in futuro, quindi è bene che si eserciti a prevenire ulteriori comparse di questo disturbo. Ottimi metodi di prevenzione sono il mantenimento di una postura corretta, sia da seduti che mentre si è in piedi e la regolare attività fisica. Anche dormire sul fianco, evitare sforzi eccessivi e tenere sotto controllo il peso sono tutti ottimi modi di prevenire ulteriori comparse di questo fastidiosissimo disturbo.