Medicina: arriva l’anello di silicone nell’occhio contro il glaucoma

MeteoWeb

Un nuovo dispositivo a forma di anello che rilascia lentamente un farmaco direttamente nell’occhio è la promettente, nuova opzione per i numerosi pazienti affetti da glaucoma. Una ricerca mostra che l’anello di silicone medicato, che poggia sulla superficie oculare, è in grado di ridurre la pressione oculare di circa il 20% nell’arco di 6 mesi, si legge su ‘Ophthalmology’, rivista dell’American Academy of Ophthalmology. Nonostante la disponibilità di terapie efficaci, il glaucoma rimane una delle principali cause di cecità. Quasi 3 milioni di persone negli Stati Uniti soffrono di questo disturbo, caratterizzato da elevata pressione oculare che può danneggiare il nervo ottico. Questo costringe all’utilizzo di colliri medicati due volte al giorno, con il rischio di dimenticanze o scarsa aderenza alla terapia: alcuni studi mostrano che la metà dei pazienti smette di usare il collirio dopo un anno, cosa che li espone al rischio di perdere la vista.

Gli oculisti di 10 centri nazionali hanno testato l’anello in uno studio clinico di fase 2 su pazienti con glaucoma o ipertensione oculare. Gli autori dicono che il dispositivo è stato ben tollerato ed è risultato sicuro, con un tasso di aderenza alla cura dell’89% per 6 mesi. “La speranza è ridurre la perdita di cecità da glaucoma e forse anche per altre malattie“, dice James Brandt, direttore del UC Davis Medical Center Glaucoma Service. Uno studio di fase 3 su un gruppo più ampio di pazienti si prevede inizierà nel 2016.