Meteo Weekend: incalza l’anticiclone africano, attesi picchi fino a +40°C in Sicilia

MeteoWeb

Dopo l’instabilità che ha caratterizzato lo scorso fine settimana finalmente si sta per aprire una nuova fase di stabilità, seppur condizionata dal ritorno dell’opprimente anticiclone africano e del caldo. Osservando la situazione sinottica sul vecchio continente notiamo come il flusso perturbato principale scorre presentando delle ampie ondulazioni, a cavallo fra i 40° e i 60° di latitudine nord. L’ondulazione più marcata, al momento, la troviamo in azione sull’Europa occidentale, con una estesa saccatura che dal nord Atlantico si allunga fino all’Atlantico portoghese. Questa ampia ondulazione ciclonica è supportata lungo il suo bordo più occidentale dalla discesa di un flusso di fredde masse d’aria, d’estrazione polare marittima, che dalle alte latitudini dell’Atlantico settentrionale scivolano fino in direzione delle coste portoghesi.

EUMETSAT_MSG_RGB-12-12-9i-segment14La presenza di questa saccatura, con annessa “anomalia positiva della tropopausa dinamica” in quota, sta favorendo, proprio in queste ore, l’incremento dei valori di geopotenziale in quota per l’espansione di un promontorio anticiclonico dinamico sub-tropicale, che dall’entroterra desertico algerino e libico si ergerà in direzione della nostra penisola, favorendo una definitiva stabilizzazione della colonna d’aria su tutte le nostre regioni, visto l’apporto in quota, nella media troposfera, di aria sempre più calda e secca che tenderà ad inibire i moti convettivi, e quindi lo sviluppo delle nubi.

Prognose_20160527Solo lungo il settore alpino e prealpino si potrà accendere un po’ d’instabilità, con lo sviluppo di isolati annuvolamenti cumuliformi ad evoluzione diurna che solo occasionalmente potranno dare la stura a brevi scrosci di pioggia, molto localizzati, in rapido diradamento sul far della sera. In questi giorni, il temporaneo rinvigorimento dell’attività convettiva fra il Golfo di Guinea e il Sahel non ha fatto altro che rafforzare la cellula anticiclonica algerina, la quale è stata ben alimentata al suo interno dalle masse d’aria calde e secca che stazionano sopra il Sahara algerino, a tutte le quote della troposfera (regime di bassa pressione termica al suolo e alta pressione dinamica in quota).

caldo massime domaniLa figura anticiclonica algerina, pertanto, dopo essersi consolidata, comincerà ad espandersi con i propri elementi più settentrionali sul bacino centrale del Mediterraneo, accompagnata da geopotenziali elevati in quota e forti “Subsidenze atmosferiche” (correnti discendenti che comprimono l’aria verso i bassi strati) che contribuiranno a far impennare le temperature, a seguito della “compressione adiabatica” delle stesse masse d’aria. Inglobando buona parte del bacino del Mediterraneo centro-occidentale, inclusa l’Italia, la figura anticiclonica di origine nord-africana, stabilizzando i geopotenziale in quota aprirà una nuova fase di stabilità e caldo, che si protrarrà fino all’inizio della prossima settimana.

domani ore 14La risalita di questa struttura anticiclonica sulle nostre regioni determinerà un conseguente aumento dei valori termici, già a partire da domani, indotto sia dai fenomeni di “Subsidenza atmosferica” (moti discendenti tipici nei regimi anticiclonici) che dallo scorrimento di aria sempre più calda e secca, proveniente dall’Africa nord-occidentale, nella media troposfera. In diverse località la colonnina di mercurio nelle ore centrali del dì sfonderà abbondantemente il muro dei +30°C +32°C all’ombra.

domani seraMa come già ribadito nei precedenti articoli il rialzo termico più significativo si avvertirà proprio fra le aree interne della Sardegna e della Sicilia, e sulle nostre regioni più meridionali, dove fra sabato e domenica mattina la colonnina di mercurio potrà far segnare punte di oltre +35°C. Ma in alcune zone della Sicilia, complice l’intenso soleggiamento e la scarsa ventilazione nei bassi strati, le temperature potranno spingersi fino a +40°C. Già oggi, alcune località hanno toccato i +38°C (qui tutti i dati).

staseraQuesti valori elevati, associandosi a tassi dell’umidità relativa considerevoli, potranno creare un effetto “afa” un po’ fastidioso, specie nelle aree attorno i grandi centri urbani e lungo le zone costiere. Sulle rimanenti regioni, interessate dalla cosiddetta “cuspide” dell’impalcatura anticiclonica, dove si cela una debole/moderata ventilazione dai quadranti settentrionali, le temperature, pur portandosi ben oltre le medie stagionali, non dovrebbero toccare picchi particolarmente elevati, capaci di arrecare disagi alla popolazione.

Sole MareQuesta nuova fase climatica stabile e soleggiata imprimerà una marcia spedita alla stagione estiva, mentre le temperature si spingeranno nuovamente su valori ampiamente sopra la media su gran parte delle nostre regioni, dove il caldo tornerà a riaffermarsi con una certa enfasi, per via dell’azione combinata dell’apporto di aria sempre più calda in quota, di matrice sub-tropicale continentale dall’entroterra desertico algerino, che si sommerà all’intensa insolazione diurna (che surriscalda per bene i terreni) e alle “Subsidenze atmosferiche” che caratterizzano il regime anticiclonico sub-tropicale.

Roma 08PREVISIONE

SABATO 27 MAGGIO 2016

Al mattino prevarranno condizioni di tempo stabile e soleggiato su tutte le regioni settentrionali, con cieli in larga parte sereni o poco nuvolosi. Solo sui rilievi alpini orientali, fra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, si svilupperanno locali annuvolamenti cumuliformi per instabilità “termoconvettiva”. Il promontorio anticiclonico regalerà condizioni di tempo stabile e soleggiato sulle regioni centrali e meridionali, con cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi. Bel tempo e clima soleggiato anche su Sardegna e Sicilia, seppur con il passaggio di temporanei annuvolamenti di bel tempo.

Nel pomeriggio il bel tempo, con cieli in larga parte sereni o poco nuvolosi, prevarrà su tutte le regioni, da nord a sud. Qualche nube transiterà fra il Molise e la Puglia. Solo sulle Alpi e sui rilievi prealpini nel corso del pomeriggio si svilupperanno degli annuvolamenti cumuliformi che potranno dare la stura a brevi e improvvisi rovesci e isolati temporali di calore. Questi fenomeni si diraderanno rapidamente nel corso del pomeriggio/sera su tutte le regioni.

Lierna LeccoDOMENICA 28 MAGGIO 2016

Al mattino avremo un aumento della nuvolosità sulle regioni di nord-ovest, in particolare sulle aree pedemontane delle Alpi occidentali dove nel corso della mattinata si potranno verificare delle precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale. Ancora prevalenza di tempo stabile e soleggiato su tutte le nostre regioni, con cieli in larga parte sereni o poco nuvolosi. Qualche velatura o banchi di nubi medio-alte transiterà sulle regioni centrali, mentre sul resto delle nostre regioni i cieli appariranno sereni o per lo più velati, assicurando un soleggiamento ininterrotto per l’intero arco del giorno (dall’alba al tramonto).

Nel pomeriggio su Alpi e Prealpi si formeranno delle nubi cumuliformi che nel corso del pomeriggio, evolvendosi in cumulonembi isolati, potranno dare la stura ad isolati scrosci di pioggia, in rapido dissolvimento nelle ore serali. Altrove prevarranno cieli in larga parte sereni o poco nuvolosi. Bel tempo e caldo al sud e sulla Sicilia, dove i cieli si presenteranno velati per il passaggio in quota di microscopiche particelle di pulviscolo desertico.

ReurmettTEMPERATURE

Sono previste in sensibile aumento su tutte le regioni, soprattutto su quelle più meridionali e sulle due Isole Maggiori. In diverse località la colonnina di mercurio nelle ore centrali del dì sfonderà abbondantemente il muro dei +30°C +32°C all’ombra. Il rialzo termico più significativo riguarderà le aree interne della Sardegna e della Sicilia, e sulle nostre regioni più meridionali, dove fra sabato e domenica prossimo la colonnina di mercurio potrà far segnare punte di oltre i +34°C +35°C. Ma in alcune zone della Sicilia, complice l’intenso soleggiamento e la scarsa ventilazione nei bassi strati, le temperature potranno spingersi fin al di sopra dei +36°C +38°C all’ombra.

wind10m_H_web_47VENTI

Soffieranno generalmente deboli dai quadranti meridionali con tendenza a disporsi da Sud e SO nella giornata di domenica e a subire dei locali rinforzi, soprattutto fra mar Ligure, Canale di Sardegna e Tirreno occidentale.

MARI

Da poco mossi a localmente mossi, a largo, domenica, mar Ligure, Canale di Sardegna e Tirreno occidentale, con un moto ondoso un po’ più accentuato sul Canale di Sardegna e mar Ligure a largo.