Ricerca: ecco come le molecole si organizzano in cellule

MeteoWeb

In un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Chemistry”, il gruppo di ricerca guidato da Leonard Prins ha descritto una nuova struttura sintetica che richiede il consumo di energia per rimanere in uno stato organizzato: il sistema sfrutta la stessa sorgente di energia che viene utilizzata nei più comuni processi biologici, cioè quella immagazzinata dalle molecole ATP. “In presenza di ATP, piccole molecole si organizzano spontaneamente in liposomi, che sono strutture più grandi e simili alle cellule. Questi liposomi funzionano come nanoreattori, perché catalizzano una reazione chimica. Quando l’ATP disponibile si esaurisce, i liposomi si rompono e la reazione si ferma,” spiega il Dott. Subhabrata Maiti. “Questi risultati ci forniscono un nuovo modo per realizzare sistemi molecolari funzionali per applicazioni in catalisi, in diagnostica e scienza dei materiali. Inoltre, questo studio fornisce anche indizi su come le prime molecole sulla Terra hanno iniziato ad organizzarsi in strutture più grandi per portare ai primi organismi unicellulari. Questo processo, essenziale per la formazione della vita, è una delle domande più intriganti della scienza, ma ancora in gran parte prive di risposta. Questa nostra ricerca porta un piccolo contributo in questa direzione,” commenta il prof. Prins.