Rifiuti elettronici, aumenta il riciclo ma c’è ancora tanto da fare

MeteoWeb

I RAEE o i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche sono una risorsa preziosa che i cittadini stanno imparando sempre di più ad avviare verso un corretto riciclo. A causa della crescente diffusione degli apparecchi elettronici questo tipo di rifiuti sta crescendo esponenzialmente. Si tratta di rifiuti che non solo non sono biodegradabili, ma contengono sostanze molto tossiche per l’ambiente e il loro non corretto smaltimento provocherebbe l’inquinamento del suolo, dell’aria e dell’acqua.

Il vantaggio del loro riciclo non è solo per l’ambiente e per la salute, ma consente anche di recuperare e riciclare i materiali di cui sono composti: rame, ferro, acciaio, alluminio, vetro, argento, oro piombo, mercurio, ma anche le cosiddette terre rare, un gruppo di quindici elementi chimici. Il loro riciclo fa sì che queste risorse importanti e esauribili possano essere riutilizzate per costruire nuovi apparecchi. Da un televisore per esempio si ottengono metalli ferrosi, plastica, vetro, circuiti stampati, mentre un cellulare contiene argento, oro, palladio e rame.

Sono RAEE i piccoli e grandi elettrodomestici, i computer e le altre apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni, le apparecchiature per l’illuminazione, i giocattoli e gli strumenti elettronici per lo sport, i dispositivi medici, eccetera.
Per garantire la protezione dell’ambiente e inviare i RAEE a centri di trattamento adeguati, è prevista la raccolta differenziata di tali apparecchiature. Attualmente i cittadini possono conferire i propri rifiuti alle isole ecologiche presenti in ogni comune; è possibile riconsegnare gratuitamente il rifiuto direttamente al rivenditore, all’atto dell’acquisto di un’apparecchiatura della medesima tipologia, tale procedura è definita “uno contro uno”, ed è regolamentata dal D.M.65 dell’8 marzo 2010.
Le famiglie hanno consegnato per il riciclo decine di migliaia di tonnellate di RAEE, al primo posto ci sono i televisori e i monitor. Fra le regioni italiane la Lombardia è al primo posto per riciclo, seguita dalla Campania e dal Veneto.