Gambe e piedi gonfi? Non più con questi rimedi naturali

MeteoWeb

Caldo, peso corporeo, pessima alimentazione e postura scorretta possono portare, alla lunga, a gambe e piedi gonfi: si tratta di uno dei sintomi più comuni della ritenzione idrica dell’organismo. Se è un disturbo praticamente fisiologico durante la gravidanza, in condizioni di sovrappeso o obesità e per coloro che passano molto tempo in piedi, il gonfiore può anche rappresentare il sintomo di patologie più importanti, come malattie del fegato, trombosi venosa o ostruzione linfatica, è quindi sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico per scongiurare che si tratti di una di queste patologie. Nei casi meno gravi è invece possibile trattare il gonfiore anche con metodi e rimedi naturali, che possono rivelarsi efficacissimi nel trattamento di questo fastidioso disturbo. Vediamo quindi cosa fare:

Attività fisica: si tratta probabilmente della miglior risposta a gambe e piedi gonfi, è infatti il metodo più efficace per riattivare la circolazione sanguigna e prevenire i coaguli di sangue. Tra le attività da preferire, sicuramente il nuoto, ma non solo: chi non ha tempo, può anche limitarsi a fare una semplice passeggiata a fine giornata, utile per alleviare il senso di pesantezza alle gambe.

Massaggi: se praticati da specialisti, i massaggi, praticati generalmente seguendo particolari tecniche linfodrenanti, costituiscono un rimedio utilissimo per ridurre gonfiore di gambe, piedi e caviglie, favorendo lo smaltimento dei cosiddetti liquidi in eccesso. Ma anche da soli possiamo fare la differenza: esistono tante dimostrazioni di auto-massaggi che possiamo praticare direttamente da noi. Un esempio: effettuare movimenti circolari partendo dalle caviglie, procedendo via via verso l’alto, praticando di tanto in tanto leggere pressioni. I massaggi sono più piacevoli ed efficaci se li pratichiamo con un olio, ad esempio quello di mandorle dolci.

dente di leoneDente di leone: è una pianta dalle note proprietà diuretiche e depurative che possono rivelarsi molto utili nel combattere la ritenzione idrica. Potete preparare un ottimo infuso, da bere nelle dosi di circa tre tazze al giorno, o da utilizzare per preparare degli impacchi da posizionare sulla parte interessata.

Tè verde: oltre che per uso orale, il tè verde può anche essere utilizzato per preparare degli impacchi per ridurre la pesantezza di gambe e piedi gonfi. Ad esempio, provate a lasciare delle foglie di tè verde in infusione in acqua bollente per un’intera notte, per poi immergere nel liquido delle garze in cotone. Dopo averle strizzate, posizionate le garze sulle gambe e lasciate agire fin quando non sopraggiungerà la sensazione di sollievo.

Sali di Epsom: un bagno rilassante a base di questi sali è uno dei rimedi più noti contro il gonfiore degli arti inferiori. Stimolano infatti la circolazione ed aiutano a ridurre il gonfiore: vi basterà immergervi per circa 15 minuti nella vasca piena di acqua tiepida in cui avrete versato una tazza di sali.

ACETOImpacchi all’aceto: si tratta di un ottimo rimedio contro gambe e piedi gonfi. Create un miscuglio composta da una parte di aceto e dieci d’acqua, in cui poi immergerete dei teli da strizzare ed avvolgere intorno alle caviglie. Lasciare agire per almeno 15 minuti.