Salute: parte la campagna di prevenzione contro l’HPV

MeteoWeb

Un esercito di 42 mila soci, 850 club e 13 distretti per portare sul territorio italiano la campagna nazionale di prevenzione contro l’Hpv. E’ l’impegno del Rotary italiano che oggi a Roma ha presentato al ministero della SALUTE il programma di ‘Stop Hpv‘: incontri mirati nelle scuole pubbliche e private, centri giovanili e nelle piazze per diffondere le informazione sulla prevenzione del Papillomavirus umano e l’importanza della vaccinazione dei ragazzi di entrambi i sessi. La campagna del Rotary, patrocinata dal ministero, ha puntato anche su un fumetto creato per l’occasione, ‘La vita e’ una partita fantastica‘ che spiega i rischi legati all’Hpv e come deve essere affrontato. Il tutto con un linguaggio semplice ed efficace: i protagonisti sono dei ragazzi, maschi e femmine, di una squadra di calcio che devono evitare a di prendere ‘goal’ dal virus.

papillomaGrazie al Rotary per questa iniziativa – ha affermato il ministro della SALUTE Lorenzin – La capacita’ di costruire network con le realtà intermedie e’ fondamentale. Il tema delle vaccinazioni mi sta molto a cure, il Piano nazionale vaccini e’ in Conferenza Stato-Regioni ed e’ molto innovativo. Nel Piano c’e’ tutta una parte dedicata all’informazione delle famiglie e alla formazione dei medici. Sempre nel Piano nazionale vaccini e’ indicata l’importanza dell’immunizzazione per l’Hpv nelle donne. Serve una propaganda che riporti cultura scientifica tra la popolazione, basta con guru e falsità“. “Esistono oltre 120 tipi di Hpv, che si differenziano per i tipi di tessuto che infettano. Più di 40 interessano l’apparato genitale maschile e femminile – ha spiegato Giuseppe Perrone, governatore del Distretto Rotary 2080 – La maggior parte delle infezioni e’ transitoria e asintomatica, in alcuni casi però, se persiste, è implicata nell’insorgenza di vari tipi di tumore, come ad esempio della cervice uterina. L’infezione da Hpv, che non ha cura, si trasmette soprattutto attraverso i rapporti sessuali con partner portatori del virus“.

Esiste un vaccino – ha ricordato Perrone – che, se somministrato quando l’uomo o la donna non ha ancora avuto contatto con il virus, previene le lesioni causate dai tipi di Hpv principalmente implicati nella patologia umana“.