Scienza, il genetista: il Papa ha ricordato l’importanza del Dna

MeteoWeb

‘Essere figli di Dio è nel nostro Dna’: il Papa riprende come metafora un termine scientifico ormai entrato nell’uso comune, che conferma l’attenzione di Francesco Bergoglio per questi temi innovativi, dopo il recente utilizzo di altre espressioni tratte dell’informatica (‘app’, ‘non c’è campo’)“: lo afferma il genetista Paolo Vezzoni del Cnr-Istituto ricerche genetiche e biomediche commentando le parole di papa Francesco di oggi. “Il Progetto Genoma e le ricerche in genetica evidentemente, hanno lasciato il segno. Oggi numerosi risultati scientifici e anche la modalità con cui vengono comunicati inducono a concludere che effettivamente una componente genetica incida in quasi tutti i nostri comportamenti e atteggiamenti: senso estetico, coscienza morale, altruismo, empatia. Diventa allora possibile accennare all’eventualità che nel Dna ci sia scritto più di quello che ancora non riusciamo a leggere“.