Sicilia: nuova metodologia per il monitoraggio in aree a rischio sismico

MeteoWeb

E’ stato sviluppato una nuova metodologia per il monitoraggio strutturale in aree a rischio sismico. Questo è l’obiettivo del progetto ‘Attivita’ di sviluppo sperimentale finalizzata alla riduzione del rischio sismico nella Sicilia orientale‘, finanziato dal Po Fesr Sicilia 2007-2013, i cui dati saranno resi noti in un convegno che si terra’ il prossimo 10 maggio nell’ex monastero dei benedettini di Catania. I lavori sono organizzati dall’Ingv e dall’università. Partendo da un campione di 52 strutture della Sicilia orientale, sono stati identificati 4 edifici piu’ rappresentativi e significativi che sono stati oggetto dello studi: due strutture strategiche (le sedi di Ingv di Catania e del Dipartimento regionale della protezione civile di Messina) e due strutture rilevanti (le scuole Nazario Sauro di Catania e Maria Teresa di Calcutta di Tremestieri Etneo). I risultati del progetto miglioreranno la sicurezza in zone a forte rischio sismico.