Spagna e Portogallo, picchi di 30°C: allerta incendi ma da giovedì torna la pioggia

MeteoWeb

Il caldo è arrivato con il mese di maggio nella Penisola Iberica: dopo una primavera relativamente fresca e con piogge abbondanti – che è seguita ad un inverno insolitamente caldo e siccitoso – i primi giorni del mese stanno facendo segnare temperature massime ben oltre i 20°C sia in Spagna che in Portogallo. Oggi è la giornata più calda, con massime che arrivano ai 30°C in Andalusia, Estremadura e regioni centrali del Portogallo.

Le alte temperature hanno fatto saltare l’allarme per il rischio incendi, specialmente nel sud della Spagna e in tutto il versante mediterraneo. Anche nel nord della penisola il rischio è alto, con la Galizia osservato speciale. Qui il rischio è considerato molto alto. Oggi le temperature massime oscillano fra i 28°C e i 30°C in certe zone delle province spagnole di Almeria, Badajoz, Caceres, Ciudad Real, Cordova, Granada, Lugo, Ourense, Pontevedra, Siviglia, Toledo e Saragozza, così come nelle province portoghesi di Coimbra, Leiria, Santarém. Caldo anche nell’interno della penisola: a Madrid verranno superati oggi i 26°C.

Questa parentesi di bel tempo è destinata però a guastarsi già nel corso della serata, con l’arrivo dal Nord Africa di una vasta perturbazione che porterà tanta pioggia specialmente nel sud ovest della penisola, in estensione al resto delle regioni. La perturbazione entrerà dal golfo di Cadice e si estenderà rapidamente a tutta la penisola portando pioggia fino alle regioni affacciate sul mar Cantabrico. Non finisce qui: domenica una nuova perturbazione entrerà in territorio iberico da sud ovest, portando nuove intense precipitazioni su Spagna e Portogallo. Il maltempo sarà accompagnato da una riduzione delle temperature, specialmente nei valori massimi.

Continua quindi all’insegna della pioggia la primavera in Spagna e Portogallo. Un dato da salutare con sollievo se si pensa ai numerosi episodi di siccità che si sono verificati negli ultimi anni.