Terremoto Friuli: oltre 100 eventi in ricordo del sisma del 1976

MeteoWeb

Sono oltre 100 gli eventi, che da maggio a settembre si terranno per non dimenticare l’Orcolat, il terremoto del Friuli avvenuto nel 1976. Le commemorazioni finiranno venerdì con la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell’Auditorium della Regione. Durante gli eventi sarà di nuovo riletta la storia delle comunità coinvolte e la loro ricostruzione Durante questi eventi sarà presentato “il Modello Friuli di ricostruzione e rinascita dalle macerie del sisma nell’attualita’ e interpretarlo nel futuro, investendo sulla formazione e sulla prevenzione” all’insegna del ricordo, identita’ e rinascita.

Il programma è stato messo a punto dalla Regione, dalla Protezione Civile, dalle direzioni regionali della Cultura e delle Infrastrutture con la collaborazione dei Vigili del Fuoco, della Diocesi di Udine e dell’Ateneo del Friuli. Gli eventi sono stati finanziati dalla Regione con 600.000,00 euro. Tra i tanti eventi da ricordare, vi è: l’avvio a Portis Vecchio di Venzone della Scuola Internazionale di Formazione, una settimana di esercitazioni e diversi appuntamenti espositivi storico-culturali, la realizzazione di una nuova Sala multimediale al Museo Tiere Motus di Venzone, un percorso di rivisitazione del terremoto all’ex Cinema Odeon e il completamento del Castello di Colloredo di Monte Albano. Altro evento importante è la staffetta del ricordo organizzata dall’associazione Comuni terremotati e sindaci e sarà un percorso di 454 km affrontati per due giorni ininterrottamente.

I podisti si scambieranno una mattonella con la scritta “Oggi come ieri il Friuli non dimentica“. Il 6 maggio si terrà uno spettacolo del tedesco Alban Gerhardt. Ed infine per il 40esimo gli alpini dell’8 Reggimento della Brigata Julia diventano cittadini onorari di Venzone. E’ una scelta fatta dall’amministrazione comunale – spiega il sindaco Fabio Di Bernardo. La consegna ufficiale ai rappresentanti del Reggimento avverra’ il prossimo 29 maggio, la giornata scelto da Venzone per ringraziare tutti quelli che si sono impegnati all’indomani del sisma. Le prime tende montate a Venzone furono proprio quelle degli alpini. Il 29 maggio sara’ anche la data di un altro evento significativo: all’interno della caserma Feruglio, sara’ predisposta una tendopoli per ricordare quei momentidifficili.