Ttip leaks: in Germania, i politici rischiano il carcere se rivelano le carte

MeteoWeb

I pareri delle industrie americane sulle normative Ue potrebbero colpire i loro interessi. Le richieste statunitensi superano anche le previsioni degli oppositori. Un altro fronte di polemica riguarda la poca trasparenza delle trattative tra Casa Bianca e Commissione Europea sull’accordo di libero scambio. Dal lato europeo, il negoziato è portato avanti solo dalle istituzioni comunitarie. Lo stesso governo tedesco è riuscito ad ottenere, l’istituzione di una stanza dove i membri del governo ed i parlamentari del Bundestag e del Bundesrat. “Le condizioni di accesso sono segnate da una profonda sfiducia nei confronti dei rappresentanti del popolo e da regole strette“, spiega la testata tedesca, “i parlamentari non possono portare con loro telefoni cellulari, laptop o altri dispositivi elettronici nella stanza di lettura, possono esaminare i documenti solo sotto supervisione e sono autorizzati solo a prendere appunti, senza poter fare copie dei documenti“.

Siamo obbligati a firmare un documento con il quale ci impegniamo a mantenere la segretezza assoluta sul contenuto dei documenti”, ha raccontato Catherine Droge, parlamentare dei Verdi, “ogni membro del Parlamento che renda pubblico il contenuto dei documenti va incontro a una pena detentiva“. “L’opinione pubblica ha il diritto di sapere cosa sta venendo negoziato per loro conto“, ha aggiunto Droge.