Venezuela: Caracas porta indietro le lancette degli orologi fino a 4 ore, ecco perchè

MeteoWeb

Il governo venezuelano è deciso a gestire l’emergenza siccità, causata da El Nino, in tutti i modi possibili ed immaginabili. Per questo motivo, ha annunciato che sposterà le lancette degli orologi in tutto il paese da 30 minuti a quattro ore indietro. Il provvedimento riporta il paese latino-americano al calendario in vigore fino al 2007. I primi provvedimenti hanno riguardato la riduzione dei giorni lavorativi, che sono stati portati a due a settimana e di quelli scolastici, portati a 4.

E’ stato anche ridotto al minimo l’uso di elettricità da parte dei centri commerciali. Nonostante questo, la popolazione continua a far uso di condizionatori e acqua. Questa mossa permette di sfruttare al massimo la luce del giorno evitando l’uso di corrente elettrica. Domenica, intanto, una forte pioggia ha coinvolto l’area sud orientale della nazione, dove è possibile trovare la diga di El Guri e la centrale idroelettrica del paese. Questa, finora, aveva seri problemi a generare elettricita’ in quanto i livelli di acqua erano criticamente bassi.