Argilla bianca: il rimedio naturale per salute e bellezza

MeteoWeb

L’argilla bianca è il rimedio naturale più antico di tutti, non solo più antico ma anche il più efficace per la cura di molti disturbi lievi sebbene le sue virtù si tramandano come segreti di bellezza. Argilla verde, bianca, gialla, grigia e blu, i suoi colori sono derivanti dalla provenienza dei minerali di cui è costituita, ferro, calcio, calcio, magnesio, silicio, ognuno dei quali le conferisce numerosi benefici a vantaggio del benessere generale dell’organismo. L’argilla bianca può essere utilizzata sia per uso esterno che per uso interno, offre un’azione assorbente, riequilibrante e remineralizzante grazie alla capacità di attivare uno scambio ionico che permette di estrarre tossine idrosolubili e allo stesso tempo cedere ai tessuti importanti quantità di minerali.

argilla-bianca2L’argilla bianca, detta anche Caolino, rispetto alle altre argille è la polvere più fine e possiede una più alta percentuale di selenio e alluminio. Per uso esterno, grazie al fatto di non contenere alcuna traccia di ferro, è largamente impiegata come maschera di bellezza benefica per tutto il corpo, per rafforzare i capelli, per le smagliature e tutti i trattamenti legati alla pelle. Ideale per trattamenti di rinnovamento delle cellule della pelle e remineralizzante per l’epidermide. L’argilla bianca, grazie alle proprietà cicatrizzanti, dona e restituisce sollievo a irritazioni, pelli secche, screpolate e mature; l’argilla possiede proprietà antisettiche, è astringente e purificante, favorendo la dilatazione dei pori.

argilla-bianca-L’argilla bianca, per uso interno è invece un vero e proprio battericida, assorbe batteri e virus, tossine e sostanze nocive tenendo a bada gonfiori e intossicazioni alimentari. L’argilla bianca ha proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti è anche un protettore gastrico, alleviando bruciori di stomaco, acidità e ulcera e proteggendo le mucose. Come se non bastasse, l’argilla bianca, combatte pure la stitichezza, le fermentazioni e le intossicazioni a carico dell’intestino, per il quale regola anche il transito.

tisanaPreparare l’argilla bianca in casa è semplice, per uso interno va preparata la sera e bevuta a stomaco vuoto, basterà scioglierne un cucchiaino, possibilmente di legno, in un bicchiere pieno di acqua, mescolate tutto e lasciate riposare una notte coperto da una garza. Per uso esterno invece mescolate un cucchiaio di polvere in un barattolo di vetro con qualche goccia di olio essenziale da voi preferito e aggiungere acqua fino a che non avrete ottenuto una pasta dalla consistenza desiderata. Spalmate il composto sulla zona desiderata e lasciate agire da una mezz’ora a qualche ora, coprendo con pellicola trasparente, al termine del trattamento sciacquate con abbondante acqua fredda aiutandovi a rimuovere l’argilla con ovatta imbevuta di olio d’oliva.