Astronomia: l’acqua sulla Luna portata da asteroidi e comete 4 miliardi di anni fa

MeteoWeb

L’acqua presente sulla Luna (o almeno gran parte di questa) sarebbe stata portata sul satellite da asteroidi e comete poco più di quattro miliardi di anni fa: lo suggerisce una simulazione matematica basata sulla composizione delle rocce lunari pubblicata su Nature Communications ed elaborata da un gruppo di ricercatori coordinati dalla geologa Jessica Barnes della Open University. Al tempo in cui Luna era appena nata dalla collisione di un pianeta (“Theia“) contro la Terra, l’aggregazione del materiale scaturito dall’impatto ha dato forma al satellite, inizialmente ricoperto da un oceano di magma: al suo interno, era presente anche dell’acqua, secondo Jessica Barnes e i suoi collaboratori, i quali hanno provato a ricostruire gli avvenimenti che hanno portato l’elemento sulla Luna. La simulazione ha svelato che l’acqua si è “infiltrata” sulla Luna in un periodo di tempo compreso fra i 10 e i 200 milioni di anni, quando la crosta sulla superficie del satellite era ancora parzialmente fusa. Gran parte dell’acqua sarebbe stata portata da asteroidi, il resto (meno del 20%) sarebbe stato trasportato dalle comete: la simulazione ha mostrato che comete e asteroidi avrebbero impattato sull’oceano di magma della Luna che avrebbe poi trattenuto l’acqua impedendone la dispersione nello spazio. Una piccola quantità dell’acqua lunare inoltre potrebbe essere stata accumulata anche dalla Terra al momento della collisione con Theia.