Canarie, addio alle prospezioni petrolifere: il WWF chiede che venga istituito un santuario dei cetacei

MeteoWeb

Il Tribunale Supremo spagnolo ha decretato la fine ufficiale dei permessi per prospezioni petrolifere al largo delle Isole Canarie, concessi anni fa alla compagnia Repsol. La fine dei permessi arriva a più di un anno dall’abbandono da parte della Repsol dell’arcipelago: la compagnia sospese le prospezioni dopo aver constatato l’assenza di giacimenti sfruttabili.

La notizia venne salutata con grande soddisfazioni da movimenti ambientalisti e dalla maggioranza degli abitanti delle Canarie, fin dall’inizio contrari alle ricerche petrolifere per timore a incidenti e danneggiamento del turismo locale.

Ora il WWF ha approfittato della dichiarazione ufficiale di termine dei permessi di prospezione, per proporre l’istituzione di un grande santuario dei cetacei nelle acque delle Isole Canarie. Un parco marino internazionale che tuteli questi mammiferi, come avviene già in altre parti del mondo – come al largo della Liguria.