Occhi secchi: rimedi naturali per idratarli

MeteoWeb

Gli occhi secchi possono essere causa di un sistema immunitario debole o di qualche carenza nella nostra dieta. La sindrome dell’occhio secco si presenta quando la secrezione lacrimale si arresta e quindi non è sufficiente ad inumidire gli occhi. Può succedere a tutti in un preciso momento, questo disturbo può essere associato a qualche malattia come diabete o fumo passivo. Si sa l’occhio è un organo molto sensibile sia per questioni ambientali come smog, fumo ecc. ma anche per fattori interni legati alla nostra salute, proprio per questo è bene effettuare un controllo per capire quali siano le ragione della sindrome da occhio secco.

Tra le ragioni principali di occhio secco vi sono i fattori ormonali, sono le cose che sperimentiamo man mano che cresciamo e diventiamo adulti, infatti le persone che più soffrono di occhi secchi sono proprio le persone anziane. Le cause invece degli occhi secchi tra i giovano sono fumo, smog, allergie, vento e aria condizionata, i farmaci, il sole.

te neroTra i rimedi naturali per trattare la sindrome dell’occhio secco abbiamo il tè nero in quanto possiede proprietà antiossidanti che possono aiutarci ad idratare gli occhi in modo efficace. Per fare questo, dovremo solo preparare un semplice infuso e, quando il tè si sarà intiepidito, applicare le bustine sugli occhi chiusi. Tenere sugli occhi per circa 20 minuti. Anche la camomilla è un ottimo rimedio molto efficace per gli occhi perché è rilassante e risolve sia la secchezza che l’infiammazione. Faremo bollire un bicchiere d’acqua con due cucchiai di camomilla e una volta che l’infuso è pronto imbeviamo un batuffolo di cotone e lo metteremo sugli occhi chiusi per quanto riusciamo.

CETRIOLO 4Il cetriolo è, senza alcun dubbio, molto utile grazie alle sue proprietà calmanti, idratanti e antinfiammatorie. Applicate il cetriolo sugli occhi per 20 minuti due volte al giorno, sarà un vero toccasana. L’olio di mandorle e l’olio di ricino contribuiscono a fornire umidità agli occhi, quindi vanno a ridurre la condizione di secchezza oculare: entrambi questi oli possono essere applicati sotto gli occhi, in modo da rendere la pelle del contorno occhi più umida; sia l’olio di ricino che l’olio di mandorle risultano più efficaci di numerose creme idratanti. Le comuni lacrime artificiali, che si acquistano in farmacia, possono essere, in alcuni casi, evitate: spruzzare una piccola quantità di acqua negli occhi, ad intervalli costanti, può fornire agli occhi l’umidità di cui hanno bisogno, evitando così l’utilizzo del collirio.

SEMI LINOOltre a questi rimedi naturali topici, è necessario integrare la nostra dieta con alimenti adeguati. L’olio di semi di lino e l’olio di pesce contengono acidi grassi che aiutano a trattare la disfunzione delle ghiandole di Meibonio e la rapida evaporazione del film lacrimale. Questi acidi grassi ci aiutano a ridurre il rischio di degenerazione maculare e cataratte. Cercate di assumere ogni giorno un cucchiaio di olio di semi di lino, potete anche aggiungere gli stessi semi di lino alle vostre insalate. Fate riposare la vista, riducete al minimo tv, smartphone e pc, ricordate di sbattere le palpebre frequentemente e quando vi capita inumidite le palpebre.