Spazio: l’Universo si sta espandendo più velocemente di quanto previsto

MeteoWeb

Un team di astronomi, guidati da Adam Riess, grazie al telescopio NASA/ESA Hubble, hanno scoperto che l’Universo si sta espandendo tra i 5 e il 9% più velocemente di quando precedentemente calcolato: il risultato è in piena discrepanza con la percentuale calcolata in relazione alle misurazioni dell’Universo primordiale. “La sorprendente scoperta potrebbe essere un indizio importante per comprendere quelle misteriose parti dell’Universo che compongono il 95% del tutto e non emettono luce, come l’energia oscura, la materia oscura e la radiazione oscura,” spiega Riess, dello Space Telescope Science Institute e della Johns Hopkins University. Una possibile spiegazione per questa espansione veloce e inattesa è un nuovo tipo di particella subatomica che potrebbe avere cambiato il bilanciamento di energia nell’Universo primordiale, la c.d. radiazione oscura.

Il team ha effettuato la scoperta ridefinendo la misurazione relativa alla velocità di espansione dell’Universo, un valore chiamato “costante di Hubble“, con un’accuratezza senza precedenti, riducendo l’incertezza del 2,4%. Il nuovo dato è un enigma, in quanto in contrasto con il tasso di espansione rilevato osservando cioè che è accaduto subito dopo il Big Bang. “Inizi dalle due estremità e ti aspetti di trovare un punto di incontro al centro se tutte le tue misurazioni sono corrette. Adesso le due estremità non si incontrano al centro e vogliamo scoprire perché,” ha dichiarato Riess.