Alimenti, Fao: a giugno impennata dei prezzi, la più alta degli ultimi 4 anni

MeteoWeb

Aumento a giugno del 4,2% dei prezzi alimentari primari, il più grande rialzo degli ultimi quattro anni e il quinto mensile consecutivo. Ad indicarlo è la Fao, secondo cui l’incremento riguarda tutte le categorie, tranne gli oli vegetali, che perdono lo 0,8% sul mese precedente. In particolare le condizioni meteorologiche frenano la produzione di zucchero, con listini in aumento del 14,8% da marzo, ma fanno prevedere una maggiore produzione di grano, stimata a 732 milioni di tonnellate, oltre un punto percentuale in piu’ rispetto alla stima di giugno. Al contrario, le stime sulla produzione mondiale di mais nel 2016 sono state riviste al ribasso di circa lo 0,6% del valore stimato il mese scorso. Secondo la Fao, il consumo mondiale totale di cereali nell’anno commerciale 2016/17, e’ ora previsto raggiungere 2.555,6 milioni di tonnellate, l’1,3% in piu’ rispetto alla stima per il 2015/16. Di conseguenza, si stima che alla fine della stagione agricola gli stock mondiali raggiungeranno i 635 milioni di tonnellate, l’1,5% in meno del loro livello iniziale. Il conseguente rapporto offerta-consumo per i cereali salira’ al 24,2% nel 2016/17, rispetto al minimo storico del 20,5% registrato nel 2007/08