Alluvione Sestri, perito: “Un’insieme di concause a determinare l’evento”

MeteoWeb

L’alluvione ebbe “carattere di eccezionalita’, in alcuni tratti di straordinarieta’. Ma vi furono un’insieme di concause, comunque a determinare l’evento” di Sestri Levante del 2010: lo scrive il professore Roberto Ranzi, il perito nominato dal giudice Massimo Deplano, nella sua relazione depositata nei giorni scorsi. L’esperto sostiene che il torrente Chiaravagna esondà per numerosi motivi: l’eccezionalità dell’evento, l’ostacolo costituito dal palazzo di via Giotto, per il materiale flottante riversato nell’alveo a causa di microfrane a monte del fiume, per la mancata pulizia delle aree antistanti agli stabilimenti costruiti lungo il torrente. Tra gli imputati figurano Paolo Tizzoni, ex vice presidente della giunta provinciale ed ex assessore con delega alla difesa del suolo, e Stefano Pinasco, ex dirigente del settore idrogeologico del Comune di Genova