Caldo: a Firenze stazioni mobili sui bus per misurare la qualità dell’aria

MeteoWeb

A Firenze si installano stazioni mobili su mezzi pubblici per registrare ogni minuto temperatura ed umidità dell’aria, comprensivi di orario e posizione Gps, mandando il tutto ad un server via rete cellulare. Quesyo grazie ad un progetto dell’Università di Firenze, ideato e coordinato da Marco Bindi e cofinanziato da Ente Cassa di Risparmio di Firenze. E’ stata realizzata una rete meteorologica a basso costo (R.u.m.-Rete urbana mobile), con prototipi di stazione mobile (realizzati da Cnr-Ibimet) montati su bus Ataf, tram Gest e veicoli Quadrifoglio. “I risultati – si legge in una nota – sono estremamente incoraggianti: da una parte quasi un milione e mezzo di misurazioni in meno di tre anni con sole sei stazioni mobili, dall’altra una serie di possibili usi di questa rete che vanno dall’edilizia, alla pianificazione energetica, alla salute umana, al bio-comfort, ai sistemi di allerta meteo, agli studi e al monitoraggio di pollini ed inquinanti“. L’auspicio è che il progetto possa trovare nuove risorse e partnership per poter estendere la rete, in termini di attrezzature e di copertura, ma anche di variabili monitorate. I risultati del progetto e ulteriori informazioni (anche sul convegno) possono essere reperite sul sito ufficiale del progetto http://rum.unifi.it/