Clima: il “corridoio” delle tempeste si è spostato verso i poli

MeteoWeb

Lo studio coordinato da Joel Norris, dell’università della California, pubblicato su Nature, dimostra per la prima volta, grazie ai dati giunti dai satelliti, che la fascia in cui si formano tempeste e uragani si sta spostando come previsto dai modelli climatici. Analizzando l’enorme mole di dati arrivata in decenni dai satelliti preposti all’osservazione della Terra i ricercatori americani hanno per la prima volta potuto verificare che i cambiamenti climatici avvenuti tra il 1980 e il 2000 sono perfettamente sovrapponibili alle simulazioni matematiche create al computer d è quindi stato confermato lo spostamento verso i poli delle grandi tempeste, un’espansione delle aree subtropicali calde e uno graduale spostamento verso l’alto delle nuvole più elevate.