Congestione in mare: ecco come riconoscerla e cosa fare

MeteoWeb

La saggezza popolare di casa dice di non buttarsi subito in acqua dopo mangiato, bensì di aspettare tre ore. Il rischio è la congestione, il blocco della digestione dovuto allo sbalzo termico tra la temperatura dell’acqua del mare e quella corporea. Va chiarito che la congestione non è dovuta soltanto ai tuffi mare ma anche al consumo di una bibita troppo fredda, o il passaggio tra aria calda e aria condizionata. Del resto, i dati scientifici che riguardano un nesso tra digestione e tuffo in mare, sono pochi tanto che alcuni dicono infondata questa credenza. Anche se i rischi provengono da tutt’altri motivi, è bene usare un pò di buon senso.

alimenti vitamina dQuando si è mangiato e l’acqua è fredda, evitate di farvi il bagno, anche se le regole d’attesa non sono sempre giuste per tutti i cibi. Considerando i tempi di digestione, la frutta ci impiega mezz’ora circa per passare all’intestino, la verdura cruda 40 minuti, quella cotta 45 minuti, le patate 60. I carboidrati vengono digeriti in un’ora circa, Anche formaggio e latte, mentre quelli stagionati a volte anche 5 ore. Se consumate un pasto a base di bistecca serviranno 5 ore per la digestione, mentre per un pranzo di pesce, basterà un’ora.

Ma s e siamo in mare e non ci siamo resi conto che non abbiamo ancora digerito, e quindi siamo in preda ad una congestione, si comincia ad avvertire i primi sintomi, nausea, vomito, mal di stomaco, crampi, svenimento poichè la pressione del sangue si abbassa rapidamente. A seguire, si avvertirà sudorazione fredda, pallore, debolezza e a volte perdita di conoscenza. E’ possibile annegare se non si riesce prontamente ad uscire dall’acqua, se invece si è soli, ai primi sintomi uscite subito dall’acqua e sdraiarsi all’ombra, con le gambe sollevate a coprire lo stomaco in modo da riportarlo alla corretta temperatura, con una coperta sulla parte e un lieve massaggio circolare per ripristinare la circolazione. E’ buona norma anche scaldare i piedi e le mani, per agevolare il compito del cuore. Successivamente, una buona tisana calda può aiutare a ripristinare il processo digestivo.

La cosa migliore è la prudenza e la prevenzione, mai ignorare le regole di buon senso anche se si è costretti ad aspettare delle ore prima del bagno.