Fichi: alla scoperta delle loro innumerevoli proprietà terapeutiche

MeteoWeb

I fichi, appartenenti alla famiglia delle Moraceae, sono i frutti del Ficus carica, una pianta xerofila del climi subtropicali temperati. Tante sono le loro proprietà benefiche: rinforzano ossa e denti grazie alla vitamina A, riducendo il rischio di degenerazione maculare legata all’età; sono lassativi per via del loro contenuto di fibre e mucillagini; hanno un alto contenuto di zuccheri facilmente assimilabili, per cui rappresentano una fonte di energia prontamente utilizzabile dall’organismo.

I fichi sono antinfiammatori, pertanto utilizzati come impacchi sugli ascessi e sui foruncoli e in caso di acne, apportano benefici in caso di infiammazioni dell’apparato urinario e circolatorio; regolano la pressione sanguigna. Questi frutti prevengono il tumore al seno e il tumore al colon, contrastano l’attività dei radicali liberi, riducono il rischio di malattie coronariche grazie agli omega 3 e agli omega 6, riducono i trigliceridi.

FICHI 2Utili contro la stanchezza cronica fisica, essi aiutano la digestione e sono consigliati a chi svolge attività sportiva, lavori pesanti ma anche a bambini, anziani e donne incinte.I fichi aiutano l’assorbimento dei nutrienti, rivelandosi un buon supporto naturale per coloro che hanno difficoltà di assimilazione dei cibi; possono essere sfruttati per combattere tosse, raffreddore, mal di gola affezioni di petto, bronchite e catarri polmonari.

FICHI 3Inoltre hanno una potente azione contro verruche, calli e porri e, rendendo le feci più voluminose e morbide, migliorano il transito intestinale e sono consigliati a chi soffre di emorroidi. Dal gusto dolce e polposo, i fichi generalmente vengono consumati al naturale. Ottimi aggiunti alle macedonie e ai dolci, accompagnano preparazioni salate o antipasti, abbinati soprattutto con prosciutto, salame o formaggi, o accompagnano carni, coniglio e selvaggina.I frutti sono usati per la preparazione di confetture e composte oppure, essiccati, farciti con noci, mandorle, arance o ricoperti con del buon cioccolato.