Giappone, Hiroshima: no a Pokemon GO sul memoriale delle vittime

MeteoWeb

Autorità di Hiroshima contro la popolare app ‘Pokemon Go‘, dopo che alcuni giocatori sono scesi sul memoriale della pace alla ricerca di Pikachu e compagnia. Secondo quanto riportano i media giapponesi, i funzionari locali hanno chiesto allo sviluppatore Niantic Inc. di rimuovere i “Pokestops” e gli altri siti virtuali che appaiono nel parco entro il 6 agosto, anniversario del 1945 bombardamenti e giorno della cerimonia annuale in ricordo delle vittime. Per il momento la società statunitense non ha commentato e non è chiaro come risponderà alla richiesta. Niantic offre un modulo per richiedere delle esclusioni, ma non è né automatico né garantito. Il parco, considerato come un monumento solenne alle vittime, è diventato un’attrazione per i giocatori dopo il rilascio in Giappone della popolare applicazione che utilizza la realtà aumentata per catturare i famosi mostriciattoli. Proprio nella zona sono infatti stati posizionati i ‘Pokestops’ e le ‘Palestre’, ossia luoghi virtuali in luoghi reali che offrono ricompense digitali. In precedenza anche Holocaust Memorial Museum di Washington e il vicino Cimitero Nazionale di Arlington hanno inoltrato una richiesta analoga alla Niantic e hanno chiesto ai suoi visitatori di non giocare a Pokemon Go durante la visita della struttura.