Il caldo rende aggressivi: uno studio ne rivela gli effetti sulla psiche

MeteoWeb

Il caldo rende nevrotici e aggressivi. A rilevarlo un recente studio condotto dalla Vrije Universiteit Amsterdam riportato sulla rivista scientifica “Behavioral and Brain Sciences” che ha evidenziato come la calura estiva giochi brutti scherzi sulla psiche delle persone.

Il caldo, secondo gli esperti, stimola la violenza e proprio per questo motivo nelle aree più vicine all’Equatore, caratterizzate da climi caldi, si registrerebbero elevati tassi di criminalità.

La CLimate Aggression, Self-control in Humans, questo il nome dello studio, ha messo in evidenza che chi vive in zone caratterizzate da temperature miti o fredde sembra avere più controllo di se stesso e dei suoi istinti rispetto a chi  vive in Paesi caldi, che tende, al contrario, ad avere molto meno autocontrollo.

Il caldo, stante il parere degli esperti, potrebbe portare ad avvertire disagio o maggiore irritabilità: “Il clima plasma il modo di vivere delle persone, influenza la cultura in modi che non possiamo immaginare”, spiega l’autore, Paul Van Lange.Il clima è una delle variabili più importanti che determinano una cultura – continua – determina cioè il modo in cui i gruppi scelgono di organizzarsi e le norme che condividono. Influenza anche i pensieri e il comportamento”.