Kiwi: un frutto prelibato ricco di virtù benefiche e cosmetiche

MeteoWeb

La storia del kiwi iniziò in Cina oltre 700 anni fa, nella valle del fiume Yang-Tse. Il Gran Khan e altri imperatori cinesi consideravano questo frutto una vera e propria prelibatezza, apprezzandolo per il suo gusto delizioso, leggermente acidulo, e per la sua polpa color verde smeraldo. Esportato in America per la prima volta nel 1962, fu chiamato da quel momento kiwifruit, dal nome dell’uccello kiwi, emblema del Paese della Nuova Zelanda.

Solo nel 1970 fece il suo ingresso in Italia e, attualmente, viene prodotto in diverse varietà, principalmente in Emilia Romagna, Lazio, Piemonte, Veneto, Campania e Puglia. Il kiwi è una vera e propria miniera di sostanze nutritive, vantando innumerevoli proprietà: grazie alla vitamina C protegge i vasi sanguigni, rafforza il sistema immunitario, previene raffreddori, influenze ed infezioni, contrasta i radicali liberi. Inoltre abbassa il colesterolo cattivo nel sangue, previene infarto e arteriosclerosi, apporta benefici alla salute degli occhi, prevenendo cataratta e degenerazione maculare legata all’età.

KIWI 1Il kiwi tiene sotto controllo la pressione sanguigna, facilita il processo digestivo, è diuretico e lassativo.Le fibre di cui è ricco aiutano la motilità intestinale, prevengono la stipsi e la formazione di emorroidi. Ipocalorico, è ideale nei regimi dimagranti, è consigliato agli sportivi, prevenendo i crampi muscolari, fa bene in gravidanza grazie all’acido folico, contrastando pesantezza alle gambe, vene varicose, emorroidi e altri disturbi legati allo stato interessante; è indicato nelle disfunzioni erettili, è antitumorale, prevendo tumore e infiammazione della prostata.

KIWI COP OKIl kiwi contrasta l’anemia, è un ottimo protettore di denti e gengive, ha azione cicatrizzante, è consigliato nei casi di depressione, stanchezza cronica e disordini dell’apparato digerente. In ambito cosmetico il kiwi rallenta l’invecchiamento cellulare, rendendo la pelle morbida ed elastica. Inoltre previene le rughe, regola la produzione di sebo, giovando alle pelli grasse, rende lucidi e vitali i capelli, fortificando il cuoio capelluto.

KIWI COPConsigli per l’acquisto: il frutto deve presentarsi con buccia integra, quindi senza ammaccature,con una forma regolare. Se non ancora maturo, va tenuto fuori dal frigo e dopo qualche giorno sarà pronto per essere gustato perché a differenza degli altri frutti matura più velocemente a temperatura ambiente. Come consumarlo? Nelle insalate e nelle più classiche macedonie, nei centrifugati, come snack tagliato a fette, infilzato con uno stecchino e immerso nel cioccolato fondente per la gioia dei più piccoli.