Nel Lazio, alla scoperta della pittoresca Isola di Ponza

MeteoWeb

Piccola eppur colma di bellezze storiche, artistiche e naturali, l’isola di Ponza è la maggiore delle isole che formano l’arcipelago delle Pontine che sorge al largo delle coste laziali e comprende anche Palmarola, Gavi, Zannone, Ventotene e Santo Stefano.  Tra le opere di edilizia risalenti all’epoca romana a Ponza c’è da visitare il tunnel che permette di raggiungere una delle spiagge più belle dell’isola e dell’intero Mediterrano: Chiaia di Luna.

I Romani realizzarono questo passaggio così da poter arrivare più velocemente alla splendida baia che già i Greci utilizzavano come porto, scavando nella roccia un traforo lungo ben 168 metri e largo tra i 2 e i 4 metriAltra opera romana presente sulle pendici scoscese della Chiaia di Luna è la necropoli, formata da cinque tombe, anch’esse scavate nella parete tufacea che il tempo, purtroppo, ha in gran parte deteriorato. Di grande interesse archeologico sono anche i numerosissimi resti di ville romane, come quelli presenti sul promontorio di Punta della Madonna.

PONZADa visitare le “Grotte di Pilato”, costituite da un complesso di cinque vasche intagliate con grande maestria sotto il livello del mare ed al tempo utilizzate per l’allevamento ittico. Altri resti di dimore estive risalenti ad epoca romana tardo-repubblicana o imperiale sono quelli in località Sant’Antonio o in località Santa Maria. Da non dimenticare sono poi le numerose cisterne adibite alla raccolta delle acque piovane, come la cosiddetta Grotta del Serpente, e l’acquedotto, che comprende cunicoli scavati nella roccia ed una diga, riconoscibile oggi in un edificio di forma semicircolare in località Giancos. Di grande interesse storico, nell’isola di Ponza c’è da visitare anche: la Torre dei Borboni, l’abbazia di Santa Maria, ritenuta il luogo che accolse le spoglie di San Silverio, martire cristiano oggi patrono di Ponza; il porto, il Mitreo, ricavato all’interno di un ambiente oscuro e sotterraneo, essendo il mitraismo religione segreta e riservata a pochi eletti.

PONZA 3 L’isola di Ponza fa scoprire il mare in tutte le sue sfaccettature. Per una vacanza a contatto con la natura più incontaminata, potete visitare Cala Felce, per un connubio tra il verde del paesaggio e il blu intenso del mare; Cala Gaetano, spiaggia scogliosa, raggiungibile dopo aver percorso una scalinata di circa 300 gradini;Cala di Luna, fra le più frequentate di Ponza che fungeva da porto per i Greci e i Romani, come testimoniano il tunnel e la necropoli a picco sul mare.

PONZA 2Imperdibili Bagno Vecchio, in cui risiedevano i galeotti condannati all’estrazione delle pietre da costruzione in epoca borbonica; Frontone, meta glamour per eccellenza di Ponza con la spiaggia ampia, chiara e sabbiosa, nonché ricca di servizi; Cala Del Core, così chiamata perché il fenomeno dell’intrusione magmatica ha donato alla roccia un disegno a forma di cuore che sembra grondare sangue. Stupenda Chiaia Dell’Acqua, così chiamata per via di una piccola sorgente d’acqua situata nell’area Le Forna, fra le più popolari fra i visitatori sia per le tante calette raggiungibili a piedi che per la presenza di b&b, alberghi e servizi. Imperdibile Cala Feola che prende il suo nome dai coloni che abitavano la zona. Si tratta di una cala chiara ghiaiosa alla destra della quale si trovano le famose Piscine Naturali, chiamate anche “Fontone”.