Pokemon Go, Vladimir Luxuria: “I giochetti solo in camera da letto”

MeteoWeb

Vladimir Luxuria è intervenuta stamattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it), nel corso del format Ecg Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.
Tra le varie cose di cui si è parlato, Luxuria ha detto la sua su Pokemon Go, la nuova app per smartphone che sta facendo giocare milioni di utenti: “Pokemon Go? Ma che cos’è questa roba qui? Io i giochetti li faccio nella mia camera da letto. Qua c’è già gente fatta, intossicata da questi giochetti, che la mattina ha le borse sotto agli occhi perché non dorme, intossicata da questi giochetti. Sinceramente preferisco altri giochi, non sono mai stata appassionata né dai videogiochi di una volta né da queste app nuove. Fate l’amore, non perdete tempo con i Pokemon“.

Sul Gatto Martino, il gatto di Giorgia Meloni: “A parte che in questo periodo a Roma servirebbero un po’ di gatti affamati, visto che ci sono così tanti topi e neanche il pifferaio magico della Raggi è riuscito a portarli via. La Raggi si fa riprendere vicino agli spazzini mentre puliscono le rive del Tevere, mi sa di propaganda. Vabè, detto questo, ormai i gatti sono protagonisti. La Meloni ha voluto castrare il gatto Martino, gli ha tolto la maschia e italica virilità. Il Gatto Martino non saprà mai cosa vuol dire il profumo di una gatta. Voglio esprimere la mia solidarietà al Gatto Martino, castrato dalla Meloni“.