Previsioni Meteo, il bollettino del Centro Epson: “weekend di sole e caldo, poi rinfrescata”

MeteoWeb

Oggi l’alta pressione di matrice africana occupa con decisione l’Italia, garantendo tempo bello e stabile ovunque. Il caldo afoso sarà intenso soprattutto al Centrosud e isole. Domani l’avanguardia di una perturbazione atlantica in scorrimento al di là delle Alpi porterà un po’ di instabilità al Nord, con qualche temporale sulle Alpi e sulle più vicine zone di pianura, mentre nel resto d’Italia insisteranno sole e caldo intenso“. Lo fanno sapere i meteorologi del Centro Epson Meteo. “Poi, tra lunedì e martedì, le correnti relativamente fresche che seguono la perturbazione – aggiungono – riusciranno in parte a infiltrarsi sulla nostra Penisola. Al Centronord aumenterà l’instabilità, con l’alternanza tra sole e improvvisi temporali, mentre il caldo si attenuerà e tornerà su valori normali per il periodo. Al Sud, sempre protetto dall’alta pressione, il tempo rimarrà decisamente bello e stabile, con il caldo afoso che addirittura aumenterà (molte punte oltre i 35 gradi e temperature percepite prossime ai 40 gradi)”.

Le previsioni per oggi? Cielo in generale sereno o poco nuvoloso con qualche annuvolamento sparso, e comunque alternato al sole, in Liguria, e tra Alpi, Prealpi e zone pedemontane. Un po’ di cumuli in sviluppo nel pomeriggio e associati a occasionali e brevi rovesci su Alpi Cozie, Canavese, Cadore e Carnia. temperature e afa in leggero aumento, con massime quasi ovunque comprese tra 29 e 35 gradi e punte di 36-37 gradi nelle zone interne del Centrosud e delle isole. La previsione per oggi del Centro Epson Meteo – si legge in una nota – ha un indice di affidabilità alto in tutto il Paese. Domani, secondo i meteorologi, altra giornata all’insegna del sole in Emilia-Romagna, al Centrosud e nelle isole, con velature passeggere in arrivo nel pomeriggio in Sardegna e, tra sera e notte, sul medio Tirreno. Sul resto del Nord ancora nel complesso soleggiato, specie al mattino, tra pianure e alto Adriatico, ma con tendenza a una maggiore nuvolosità. Nubi sparse altrove fin dal mattino, con rischio di rovesci o temporali su Valle d’Aosta, Ossola e Alpi lombarde. Questi ultimi fenomeni, nel pomeriggio, coinvolgeranno anche il resto dell’arco alpino, il Piemonte, l’alto Veneto e il Friuli e, più verso sera, anche la pianura lombarda. Prima attenuazione del caldo sulle Alpi al Nordovest, ulteriore lieve aumento invece nel resto d’Italia, specie in Sardegna, dove i venti meridionali localmente moderati potranno favorire punte fino a 37-38 gradi.

L’apice dell’ondata di caldo si raggiungerà lunedì al Sud e in Sicilia con tassi di umidità in aumento e conseguente disagio fisico, mentre al Nord e in Sardegna assisteremo a un ridimensionamento delle temperature. Una debole perturbazione, infatti, attraverserà le regioni settentrionali, causando instabilità che coinvolgerà anche parte del Centro. Nelle ore centrali della giornata, infatti, saranno possibili rovesci e temporali su Lombardia orientale, Triveneto, Emilia-Romagna e in gran parte delle zone interne del Centro. Tempo più soleggiato sulle coste del medio Tirreno, al Sud e nelle isole. Non mancheranno alcune schiarite anche al Nordovest. Soffieranno, infine, venti di maestrale in Sardegna. Martedì il rischio di qualche isolato temporale sarà limitato ad alcune zone alpine e appenniniche, mentre tra mercoledì e giovedì assisteremo a una temporanea rimonta dell’alta pressione, con tempo stabile al Centrosud: al Nord è probabile il passaggio di qualche debole sistema nuvoloso. Il caldo però non sarà intenso in nessuna parte d’Italia a causa di una debole ventilazione settentrionale.