Punture di vespa: come riconoscerle e curarle

MeteoWeb

Soprattutto durante i mesi caldi, complici i periodi di tempo prolungati trascorsi all’aria aperta, le punture di vespa sono in agguato. La maggior parte delle persone senza allergie manifesta sintomi lievi durante e dopo la puntura: dolore acuto o bruciore sul sito della puntura, arrossamento, gonfiore e prurito che regrediscono in poche ore.

Diverso è il caso di una grave reazione allergica. Tra i sintomi da non sottovalutare: estremo gonfiore a viso, labbra o gola, orticaria o prurito estese a zone non colpite dalla puntura, difficoltà respiratorie, vertigini, improvviso calo della pressione arteriosa, crampi allo stomaco, nausea o vomito, polso molto debole o molto accelerato. Cosa fare in caso di puntura? Se l’insetto è ancora in zona, spostatevi con molta calma in una zona sicura, pulendo bene la zona con acqua e sapone, senza tentare di far fuoriuscire il liquido presente nella puntura per evitare infezioni.

VESPAApplicate un sacchetto di tela con del ghiaccio per contrastare il gonfiore eccessivo (mai applicare il ghiaccio direttamente sulla pelle), utilizzando, sotto consiglio medico, crema cortisonica o pomata a base di steroidi che aiutano il drenaggio del liquido sottocutaneo; una lozione alla calamina per abbassare la temperatura cutanea della pelle intorno alla puntura, alleviando il prurito. Mai applicare ammoniaca sulla zona. Tanti i rimedi naturali efficaci: acqua fredda e bicarbonato o acqua fredda e limone per disinfettare; aceto di mele applicato sulla zona della puntura con del cotone per lenire il dolore, dentifricio, spicchio d’aglio fresco o fetta di cipolla, gel di aloe vera per raffreddare la zona e ridurre il gonfiore.

VESPA COPTra i rimedi omeopatici: Apis mellifica, Ledum palustre o rosmarino selvatico, Cantharis, iperico sotto forma di pomata o olio. Per evitare di essere punti, non mettete profumi, lacche o creme troppo dolci profumate, non bevete dalla lattina (la vespa potrebbe intrufolarsi dentro essa), non camminate scalzi sui prati, indossate indumenti di colore verde o bianco, evitando il nero e i colori troppo brillanti, indossate magliette a maniche lunghe e pantaloni lunghi.