Punture di zanzare: come alleviarle e evitare di essere punti

MeteoWeb

Come alleviare, dunque, le punture di zanzare? Innanzitutto non grattatevi per non peggiorare ulteriormente la situazione, pulendo la zona con dell’alcol isopropilico, delle salviettine igienizzanti o della semplice acqua. Strizzate del succo di limone o lime direttamente sulla pelle da trattare o strofinate metà agrume su di essa. In alternativa, spalmate sulla puntura del miele, noto per le sue proprietà lenitive oppure intingete un batuffolo di cotone nell’aceto di sidro di mele, appoggiandolo sulla puntura e lasciandolo agire per diversi minuti in modo da alleviare il dolore. Per ridurre l’infiammazione potete tamponare la puntura, per qualche minuto, con un batuffolo di cotone intinto in acqua con un cucchiaio di sale; strofinate della lavanda, nota per le sue qualità antibatteriche e antisettiche, sulla zona interessata.

PUNTURE ZANZARE 2In alternativa applicate sulla puntura un cubetto di ghiaccio per sgonfiare, calmare e anestetizzare la parte lesa; utilizzate olio essenziale o un dentifricio alla menta, ottimo alleato per attenuare il bruciore e allontanare le zanzare dalla pelle o sciogliete un cucchiaio di bicarbonato in un pò d’acqua, mescolando sino ad ottenere un composto pastoso, spalmabile direttamente sulla pelle.

Rimedio naturale sempre efficace è l’aloe, ottima anche in caso di punture di vespe, calabroni, api, lievi ustioni e scottature. Tagliate la punta di una foglia, strofinandola direttamente sulla zona punta. Due rimedi forse un po’ maleodoranti sono l’aglio che allevia l’irritazione provocata dalla puntura e, mangiato abitualmente, allontana le zanzare, e la cipolla che, applicata direttamente sulla pelle, fa scomparire immediatamente il prurito.