Ravanello: ecco le sue preziose proprietà benefiche

MeteoWeb

Piccolo e dal sapore piccantino, il ravanello (Raphanus sativus), originario dell’Asia, appartiene alla famiglia delle Crucifere. Tante sono le sue preziose proprietà benefiche.

Diuretici, depurativi e disintossicanti, bilanciano il PH della pelle, aiutano il rilassamento muscolare e del sistema nervoso, sono impiegati come sedativo della tosse e contro le infezioni respiratorie. I semi sono impiegati come blando lassativo ed erano usati, anticamente, come rimedio naturale contro la febbre.Ipocalorico, il ravanello è ideale per chi desidera perdere qualche chilo di troppo; ha un basso indice glicemico e dona un buon senso di sazietà.

RAVANELLO 2Inoltre lenisce le infiammazioni dell’apparato urinario, il bruciore alla minzione, facilita l’eliminazione delle tossine, è consigliato nel trattamento dell’ittero; è un buon disinfettante naturale, indicato nei casi di asma, affezioni polmonari e inappetenza, contrasta il prurito provocato dalla puntura di insetti (il succo è indicato contro la puntura d’api).

RAVANELLO 3Consigli per l’acquisto: per scegliere un ravanello di qualità assicuratevi che siano di piccole dimensioni, con le foglie non ingiallite o maltrattate. Il prodotto fresco può essere conservato in frigo sino a 10 giorni, preferibilmente all’interno di un sacchetto per alimenti, meglio se di carta (quello per il pane,ad esempio). Essendo un alimento molto versatile, può essere utilizzato non solo a crudo, tagliato a fette, ma anche frullato, per la preparazione di ottimi centrifugati depuranti e succhi, magari mescolato ad altri frutti o verdure in modo da renderne l’assunzione più semplice e piacevole.